• <b>Robert Doerr</b><br>Lo scienziato nel suo laboratorio attorno al 1930; fotografia dello studio  Teichmann   di Basilea (Universitätsbibliothek Basel).

No 1

Doerr, Robert

nascita 1.11.1871 Técsö (Austria-Ungheria, oggi Tjacev, Ucraina), morte 6.1.1952 Basilea. Figlio di Moritz, di Vienna, e di Mina Dujardin. ∞ (1924) Bertha Marie Herzog, figlia di Johannes, di Basilea. Studiò medicina a Vienna, conseguendo il dottorato nel 1897. Fu medico militare in Bosnia, terminando la carriera con il grado di medico comandante. Ottenuta l'abilitazione all'Univ. di Vienna (1909), nel 1912 vi divenne professore straordinario di patologia generale e sperimentale. In seguito fu ordinario di igiene e microbiologia (1919-43) e direttore dell'ist. di igiene dell'Univ. di Basilea. Come microbiologo e immunologo, D. scrisse testi sulla febbre da pappataci, la dengue, l'herpes, la peste aviaria, le allergie e l'anafilassi. Dal 1938 fu tra i curatori dell'Handbuch der Virusforschung, dal 1939 redattore della prima rivista di virologia, Archiv für die gesamte Virusforschung, e dal 1947 curò la collana Die Immunitätsforschung- Ergebnisse und Probleme in Einzeldarstellungen. Nel 1933 ricevette il premio Marcel Benoist.

<b>Robert Doerr</b><br>Lo scienziato nel suo laboratorio attorno al 1930; fotografia dello studio  Teichmann   di Basilea (Universitätsbibliothek Basel).<BR/>
Lo scienziato nel suo laboratorio attorno al 1930; fotografia dello studio Teichmann di Basilea (Universitätsbibliothek Basel).
(...)


Bibliografia
– M. Stuber, S. Kraut, Der Marcel Benoist-Preis 1920-1995, 1995

Autrice/Autore: Jean Lindenmann / did