No 1

Bordonzotti, Giuseppe

nascita 3.11.1877 Madonna del Piano (com. Croglio), morte 17.4.1932 Lugano, catt., di Madonna del Piano. Figlio di Serafino, pittore decoratore. ∞ Giuditta Trezzini, di Astano. Ottenuto il diploma di architetto al Politecnico fed. di Zurigo (1899), approfondý la sua formazione all'Acc. di Brera con Camillo Boito, laureandosi nel 1901. Tornato nel Ticino, realizz˛  con l'architetto Bernardo Ramelli alcuni edifici dai marcati accenti liberty, tra cui la casa Scala a Paradiso (1902) e l'H˘tel Suisse a Faido (1905). Messosi in proprio nel 1905, a partire dal 1925 lavor˛ con il nipote Carlo Tami. B. realizz˛ numerose ville, ma pure alberghi, edifici scolastici e religiosi, prediligendo una cifra stilistica eclettica. Si segnalano in particolare i palazzi Gargantini sul lungolago (1912-33, con Orsino Bongi) e la facciata neobarocca della chiesa di S. Antonio (1912-13), entrambi a Lugano.


Archivi
– Fondo presso ACit Lugano
Bibliografia
– S. Martinoli, G. Bordonzotti (1877-1932), mem. lic. Zurigo, 1989
INSA, 6
Architektenlex., 72
– M. Daguerre, La costruzione di un mito, 1998

Autrice/Autore: Simona Martinoli