07/04/2009 | segnalazione | PDF | stampare

Jens

Com. BE, distr. Nidau, situato sul versante meridionale dello Jensberg, con una parte di terreni paludosi; (1229/30: Gens; 1335: Jensse; forma dialettale: Jäiss). Pop: 173 ab. nel 1764, 444 nel 1850, 494 nel 1870, 444 nel 1900, 367 nel 1950, 609 nel 2000. La località era compresa nella contea di Nidau. Nel 1335 Ulrich von Sutz vendette i suoi possedimenti locali ai conti de Neuchâtel-Nidau. Nel 1398, insieme all'Inselgau, J. passò al baliaggio bernese di Nidau e costituì con Worben una circoscrizione giudiziaria (Viertel di J.). Sul piano ecclesiastico la pop. fa parte della comunità rif. di Bürglen (ufficio pastorale di Worben). Nel villaggio si praticavano la rotazione triennale delle colture e la cerealicoltura e si coltivavano alcuni vigneti. Il canale interno (Binnenkanal), realizzato durante la correzione delle acque del Giura (1868-91), rese coltivabili i terreni paludosi (fra l'altro a barbabietole, destinate allo zuccherificio di Aarberg) attraverso il loro drenaggio. La ricomposizione parcellare, eseguita in collaborazione con il com. di Merzligen, risale agli anni 1978-80. I quartieri di Tannacker e Weieried si svilupparono dalla fine del decennio 1970-80. Nel com., dedito all'agricoltura e al piccolo artigianato, la pop. attiva è costituita per oltre due terzi da pendolari, che lavorano spec. nelle regioni di Bienne e di Berna.


Bibliografia
– P. Aeschbacher, Stadt und Landvogtei Nidau von den Anfängen bis ins 16. Jahrhundert, 1979
– AA. VV., Bauinventar der Gemeinde Jens, 1996

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / vfe