No 1

Valangin, Aline

nascita 9.2.1889 (Aline Ducommun) Vevey,morte 9.8.1986 Ascona, rif., di Valangin. Figlia di Jules Ducommun e di Aline Merz. Abiatica di Elie Ducommun. ∞ 1) (1917) Vladimir Rosenbaum (divorzio nel 1940); 2) (1954) Wladimir Vogel. Formatasi come pianista al Conservatorio di Losanna (dal 1904), fu poi insegnante di pianoforte e traduttrice. Nel 1915 si trasferý a Zurigo, dove fu allieva di Carl Gustav Jung; in seguito divenne lei stessa psicoanalista. Il Baumwollhof a Zurigo, domicilio di V. e del suo primo marito, fu un luogo di incontro tra autori e artisti importanti. Nella loro residenza estiva La Barca a Comologno, i coniugi Rosenbaum ospitavano emigranti, tra cui Kurt Tucholsky e Ignazio Silone. V. scrisse in franc. e ted. poesie e racconti ambientati nella valle Onsernone (tra cui Tessiner Novellen, 1937) e fu attiva come artista. Dal 1940 visse ad Ascona e scrisse romanzi come Die Bargada (1944), Casa Conti (1944), Victoire oder die letzte Rose (1946) e Dorf an der Grenze (1982).


Archivi
– Fondo presso ZBZ
Bibliografia
– P. Kamber, Storie di due vite: Wladimir Rosenbaum e A. Valangin, 2010 (ted. 1990, con elenco delle op., 20022)

Autrice/Autore: Maya Widmer / uba