Hagneck

Com. BE, distr. Nidau; (1353: Hagneg). Il villaggio è situato sulla riva destra del lago di Bienne, allo sbocco dell'omonimo canale. Pop: 16 ab. nel 1764, 58 nel 1850, 125 nel 1900, 141 nel 1950, 229 nel 1970, 357 nel 2000. Reperti isolati del Bronzo finale e del tardo ME sono stati rinvenuti durante la costruzione del canale di H. e degli impianti adiacenti; altri oggetti dell'età del Bronzo sono venuti alla luce nella zona paludosa dell'Hagneckmoos. Durante i lavori per il traforo della collina tra il Moos e il lago furono distrutte una condotta di drenaggio di 200 m, probabilmente di epoca romana, e forse anche una fortezza medievale. Si è conservato invece un tratto di strada romana, che collegava Vinelz a Täuffelen. H., che apparteneva alla parrocchia di Täuffelen, faceva parte della signoria dei conti von Neuenburg-Nidau. Nel 1398 passò a Berna e al quartiere di Epsach, nel baliaggio di Nidau. La curtis costituita da quattro case (1783) era di proprietà del patriziato bernese (von Erlach, von May) in quanto feudo non ereditario di Nidau. Gli ab. del villaggio contadino vivevano di agricoltura e di pesca. Contro le rivendicazioni dei contadini di Ins, il diritto di pascolo in den Hägen fu confermato nel 1527 alla curtis di H.; diritti di uso esistevano anche nel bosco appartenente alle autorità di H. Nel 1840 il villaggio divenne com. autonomo e si separò da Täuffelen, cui continuò a fare capo sul piano ecclesiastico e scolastico. La costruzione del canale di H. (1873-78), che attraversa tutto il territorio com., della centrale elettrica con canale industriale (inaugurata nel 1899) e del Länggraben (1925-37) trasformò profondamente la campagna; grazie alla bonifica delle zone paludose aumentò tuttavia anche la superficie coltivabile. Attualmente ca. un terzo della pop. attiva è impiegato nell'agricoltura, nella piccola industria e nella centrale elettrica; gli altri ab. sono pendolari in uscita soprattutto verso le regioni di Bienne e Berna. Nel 1916 fu aperta la ferrovia Bienne-Täuffelen-Ins.


Bibliografia
– P. Aeschbacher, Stadt und Landvogtei Nidau von den Anfängen bis ins 16. Jahrhundert, 1929
Gesamtmelioration Brüttelen-Lüscherz-Hammann, 1970-1987, 1989

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / dpo