No 2

Krafft, Karl Ernst

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 10.5.1900 Basilea, morte 8.1.1945 Buchenwald, di Basilea. Figlio di Carl, direttore della fabbrica di birra Cardinal, dal 1910 di Basilea, e di Anna Gebhard, della valle della Wiese (Baden). ∞ (1937) Anna van der Koppel, figlia di un imprenditore olandese. Studi˛ matematica, fisica, chimica e statistica a Basilea, Ginevra e Londra (1919-24). Quale astrologo ide˛ nuovi campi disciplinari come la "cosmobiologia" e la "tipocosmia", tematiche che svilupp˛ in numerose pubblicazioni. Dal 1926 al 1936 lavor˛ come consulente economico, ricorrendo all'astrologia e alla grafologia, per una banca privata zurighese, per i grandi magazzini Globus e per la casa editrice Orell-FŘssli. Sostenitore del nazismo, si trasferý nella Foresta Nera (1936) e poi a Berlino (1939). La sua previsione, basata su calcoli astrologici, che Adolf Hitler sarebbe stato in pericolo dal 7 al 10.11.1939 si rivel˛ esatta, dato che il dittatore in quei giorni fu oggetto di un fallito attentato. In seguito realizz˛ oroscopi per l'ufficio centrale per la sicurezza del Reich e fu attivo quale esperto delle profezie di Nostradamus. Dopo il volo in Inghilterra (1941) di Rudolf Hess, effettuato apparentemente sulla base di considerazioni astrologiche, in Germania venne vietata l'applicazione a fini pubblici di qualsiasi forma di pratica occulta. Arrestato, venne deportato nei campi di concentramento di Oranienburg (1943) e poi di Buchenwald.


Bibliografia
– E. Howe, Gli astrologi del nazismo, 1968 (inglese 1967)

Autrice/Autore: Yves Hueber / mku