Udel

Il termine ted. Udel, derivante dall'antico alto ted. uodal e in seguito in uso solo nel linguaggio giur. della Svizzera ted., indicava in origine l'obbligo di possedere una casa come condizione per il Diritto di cittadinanza (Comborghesia). Nel tardo ME, dato l'elevato numero di nuovi cittadini e di Borghesi esterni, il vincolo fu vieppiù rimpiazzato da una garanzia sotto forma di deposito di denaro, denominata a sua volta Udel. Questa cauzione poteva consistere in un pegno su un edificio cittadino privato, il cui proprietario garantiva per il nuovo cittadino, o su uno stabile di proprietà della città. L'iscrizione nel relativo registro cittadino (Udelbuch) sanciva il diritto di cittadinanza, la radiazione lo annullava. Il pagamento annuale dell'affitto (Udelzins) valeva come riconoscimento della cittadinanza. In origine le case soggette all'Udel non potevano essere vendute, così come più tardi il pegno dell'Udel non poteva essere subipotecato, poiché serviva alla città come garanzia.


Fonti
FDS
Bibliografia
Idiotikon, 1, 98

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / mib