Republikanische Blätter

Settimanale edito nel cant. San Gallo, che nel sottotitolo si autodefiniva "organo politicamente indipendente orientato alla cura del sentimento sviz. nel popolo e a una vera politica repubblicana nella Conf., nel cant. e nei com.". Uscito per la prima volta il 31.7.1917 con il titolo Neue Republikanische Blätter, dal 15.10.1917 adottò il nome Schweizerische Republikanische Blätter e dal 1961 al 1989, con poche interruzioni, quello di Der Republikaner. Dal 1918 al 1954 fu redatto esclusivamente - in uno stile battagliero, umoristico e improntato al conservatorismo cristiano - da Johann Baptist Rusch (dal 1923 proprietario unico). Negli anni 1930-40 il periodico aumentò la tiratura passando da 4000 a 8000 copie. Nel periodo 1920-30 Rusch fu autore di articoli antisemiti e si schierò a favore della "conservazione dell'essenza nazionale", ma prima e durante la seconda guerra mondiale fu critico nei confronti del fascismo e del nazionalsocialismo e dei loro sostenitori in Svizzera. Rilevato da Eduard Stäuble nel 1954, dal 1970 al 1978 il settimanale uscì sotto la guida del Consigliere nazionale James Schwarzenbach; dal 1984 al 1989 costituì l'organo di stampa del Movimento repubblicano, di estrema destra.


Bibliografia
– Blaser, Bibl., 178
– E. Stäuble, «Johann Baptist Rusch und die 'Schweizerischen Republikanischen Blätter'», in IGfr., 25, 1981, 5-23
– A. Bundi, Die Schweizerischen Republikanischen Blätter des konservativen Publizisten J. B. Rusch, 1999

Autrice/Autore: Ernst Bollinger / vfe