Regione, La

Quotidiano del cant. Ticino, stampato a Bellinzona dalla tipografia Salvioni arti grafiche, nato nel settembre del 1992 dall'unione del trisettimanale Eco di Locarno, edito dal 1935, e del quotidiano Il Dovere, pubblicato dal 1878 a Bellinzona, organo ufficiale del partito liberale radicale ticinese, dal 1934 l'unico a potersi fregiare di questo titolo. Rispetto agli altri principali fogli di orientamento liberale - Gazzetta Ticinese, che dava voce alla destra liberale, e L'Avanguardia (pubblicato dal 1920 al 1951), espressione della corrente radicale democratica e antifascista, costituitasi nel 1934 in partito autonomo - Il Dovere si colloc˛ su posizioni politiche mediane. Divenuto uno dei principali organi di stampa del cant., particolarmente diffuso nel Sopraceneri, il quotidiano ebbe una tiratura in costante aumento nel dopoguerra (9364 copie nel 1952, 12'851 nel 1970 e 20'200 all'inizio degli anni 1990-2000), ci˛ che lo situ˛ alle spalle del Corriere del Ticino e del Giornale del Popolo. La crisi attraversata dai partiti politici e dai loro organi di stampa agli inizi degli anni 1990-2000 fu all'origine della fusione con l'Eco di Locarno, foglio d'importanza locale. Strutturato in un primo tempo in cinque edizioni regionali, il nuovo quotidiano pass˛ poi a un'edizione unica per tutto il cant. e fu perci˛ rinominato La Regione Ticino. Con una tiratura di 32'555 copie e 103 dipendenti nel 2009 era per diffusione il secondo giornale ticinese dopo il Corriere del Ticino.


Bibliografia
La stampa politica in Svizzera e in Ticino, 2001, spec. 11-18

Autrice/Autore: La redazione