No 2

Gilliéron, Jules

nascita 21.12.1854 La Neuveville, morte 26.4.1926 Schernelz (com. Ligerz); dal 1886 cittadino franc. Figlio di Jean Victor, insegnante di franc. a Basilea. ∞ Marie Jeanne Ritter. Studiò all'Acc. di Neuchâtel (licenza nel 1875), all'Univ. di Basilea e dal 1876 al 1880 all'Ecole pratique des hautes études e all'Ecole des chartes di Parigi. Dal 1883 alla morte insegnò dialettologia all'Ecole pratique des hautes études. A Parigi svolse per tutta la vita innovative ricerche di dialettologia in area galloromanza, confluite in studi che evidenziano il suo interesse per la distribuzione geografica delle varietà dialettali (Patois de la commune de Vionnaz, 1880; Petit atlas phonétique du Valais roman, 1881, con Edmond Edmont). Nel 1887 fu tra i fondatori della Revue des patois gallo-romans, pubblicata fino al 1893. L'opera principale di G. è il monumentale Atlas linguistique de la France, pubblicato tra il 1902 e il 1910 e frutto di una capillare inchiesta sul terreno realizzata, ancora con Edmont, dal 1897 al 1901. Il metodo adottato da G. fece da modello per la realizzazione di altri atlanti linguistici, a partire dallo Sprach- und Sachatlas Italiens und der Südschweiz di Jakob Jud e Karl Jaberg.


Bibliografia
– S. Pop, R. D. Pop, J. Gilliéron, 1959
– J. Allières, «J. Louis Gilliéron», in Les linguistes suisses et la variation linguistique, a cura di J. Wüest, 1997

Autrice/Autore: Matteo Pedroni