TAG Heuer

Nel 1860 Edouard Heuer (1840-1892) fondò a Saint-Imier un laboratorio di orologeria, che poi trasferì a Brügg (1864) e infine a Bienne (1867). La ditta si specializzò nella fabbricazione di cronografi e orologi sportivi. Nel 1916 lanciò sul mercato il primo cronometro sportivo con lettura a 1/100 di secondo e dal 1927 divenne cronometrista ufficiale delle corse automobilistiche e delle gare di sci e di bob. La sua storia fu contrassegnata da diversi passaggi di proprietà. Nel 1964 dalla fusione con la soc. Leonidas di Saint-Imier nacque la Heuer-Leonidas. Quest'ultima fu acquistata nel 1985 dalla holding TAG (Techniques d'avant-garde), fondata dall'imprenditore saudita Akram Ojjeh (1975). Ne nacque la TAG Heuer, poi ceduta al gruppo LVMH (1999), attivo nel ramo dei prodotti di lusso. A Marin dal 1989, nel 2007 trasferì la sede a La Chaux-de-Fonds, dove già dal 2003 era stata spostata la produzione (in precedenza a Saint-Imier). Nel 2008 divenne proprietaria della Cortech a Cornol. Dalla fusione di TAG Heuer con Zenith (2009) è sorta la LVMH Swiss Manufactures SA, che però ha mantenuto una gestione operativa indipendente. Nel 2010 la TAG Heuer contava in Svizzera 450 dipendenti.


Bibliografia
– G. L. Brunner, Heuer & Tag Heuer, 1997
– N. Foulkes, TAG Heuer, 2009

Autrice/Autore: Hélène Pasquier / luc