28/10/2002 | segnalazione | PDF | stampare | 

Biber

Ex gruppo industriale cartario, con sede principale a Biberist. Fondata nel 1862 per iniziativa della ditta zurighese Escher, Wyss & Cie, la Papierfabrik Biberist AG cominciò a produrre carta da scarti tessili nel 1865. Nel 1882 seguì l'apertura di una fabbrica di pasta di legno a Rondchâtel e nel 1889 l'acquisto della cartiera fallita di Worblaufen (poi chiusa nel 1939). L'acquisizione della maggioranza azionaria nella cartiera di Utzenstorf (1932) portò alla costituzione ( 1935) della Fabrikationsgemeinschaft PBU. Nel 1964 venne fondata a Regensdorf la Biber Papier AG; nel 1970 il gruppo acquisì una partecipazione sulla Papierfabrik Laufen, chiusa però già nel 1972. Gli anni '70 e '80 furono caratterizzati da un progressivo sviluppo della ditta; nel 1982 la Biber Holding, attiva dal 1968 come soc. affiliata, fu elevata a soc. madre. Negli anni 1989-92 venne lanciato il programma d'investimenti "Biber Nova", per ca. 550 milioni di frs.; nel 1990 l'impresa aveva una cifra d'affari pari a 670 milioni e dava lavoro a 2300 collaboratori. La recessione, il crollo dei prezzi sul mercato cartario e la crescita dei tassi d'interesse agli inizi degli anni '90 costrinsero il massimo gruppo sviz. del ramo (con tre stabilimenti di produzione, quattro di lavorazione e quattro ditte di commercializzazione della carta in Svizzera e all'estero) a dichiarare fallimento per il 1.1.1997. La B. liquidò le aziende affiliate e nel dicembre 1996, con una vendita forzata, cedette al gruppo finlandese Metsä Serla (M-real dal 2000) le cartiere di Biberist e di Utzensdorf. Biberist è rimasta dotata come in precedenza di una delle più importanti industrie del ramo in Europa; l'impresa produce annualmente ca. 430'000 t di carta e dà lavoro a 600 persone.


Bibliografia
100 Jahre Papierfabrik Biberist, 1865-1965, [1965]
NZZ, 15.6.1993; 22.1.1997
Cash, n. 16, 1997

Autrice/Autore: German Vogt / vfe