Chemische Fabrik Uetikon

Impresa di medie dimensioni attiva nel settore chimico, in particolare nella chimica di base, nell'agrochimica, nella chimica fine e nell'idrotecnica, con sede a Uetikon am See. Nel 1818 i fratelli Heinrich, Rudolf, Kaspar ed Elisabeth Schnorf fondarono a Uetikon am See un'azienda per la produzione di acido solforico e solfosali. Nel 1838 Rudolf Schnorf ne divenne l'unico proprietario e nel 1850 ca. suo figlio Rudolf introdusse la produzione industriale. L'aumento della cifra d'affari raggiunto durante la guerra franco-prussiana permise diverse innovazioni, fra cui l'estrazione di zolfo dalla pirite, poco costosa. Nel 1881 l'azienda acquisì quote di partecipazione della cartiera lucernese Perlen. Nel 1899 la Chemische Fabrik Uetikon venne trasformata in una soc. per azioni. Negli anni 1960-70 la ditta diventò il maggior produttore di zolfo della Svizzera (80'000 t all'anno). Nel 1971 venne fondata la CPH Chemie und Papier Holding AG a Lucerna. Con la ristrutturazione del 1990 la Chemische Fabrik Uetikon fu ridenominata CU Chemie Uetikon AG e raggiunse un fatturato consolidato di oltre 100 milioni di frs. Nel 1999 la cifra d'affari era di ca. 169,9 milioni di frs. (incluse le filiali) e il numero dei dipendenti era di 408 (di cui ca. 190 nella sede principale).


Bibliografia
– U. Gelinger-Schnorf, 175 Jahre Chemie Uetikon, 1993

Autrice/Autore: Martin Illi / sma