Banca Julius Bär

Banca privata di Zurigo. Nel 1890 Ludwig Hirschhorn (di Friedberg, nell'Assia) e Theodor Grob (di Knonau) aprirono un ist. bancario e di cambio a Zurigo sulla Bahnhofstrasse. Nel 1896 Hirschhorn si associò al cognato Julius Bär, di Heidelsheim (Palatinato), che nel 1901 divenne unico proprietario della banca e ottenne l'autorizzazione per operare alla borsa di Zurigo. La banca aprì uffici a New York (1940) e Londra (1968, dove esiste pure una succursale dal 1982); a Francoforte è stata aperta una filiale nel 1989. Nel 1974 la banca, allora in mano a tre fam. e specializzata in gestioni patrimoniali, divenne una soc. anonima, che appartiene interamente alla Bär Holding AG, fondata nello stesso anno. Tra il 1945 e il 2000 il bilancio è salito da 13 milioni a 19,9 miliardi di frs., l'utile lordo da 0,08 a 720 milioni di frs., il numero dei collaboratori da 45 a 2286. La fondazione Julius Bär, creata in occasione del 75o anniversario della banca (1965), promuove l'arte, la cultura e le scienze.


Bibliografia
– AA. VV., Eine Familie und ihre Bank, 1990

Autrice/Autore: Martin Illi / vfe