23/03/2012 | segnalazione | PDF | stampare | 

Reconvilier

Com. BE, distr. Moutier, circoscrizione amministrativa Giura bernese; (884: Roconis villare; ted.: Rokwiler). Situato nella valle di Tavannes, R. comprende la frazione di Chaindon. Pop: 277 ab. nel 1629, 206 nel 1755, 243 nel 1804, 361 nel 1850, 1730 nel 1900, 2397 nel 1950, 2784 nel 1970, 2417 nel 2000. Due coppe in ceramica e tre in bronzo (rinvenute nel XIX sec.) provengono forse da una villa romana (II o III sec. d.C). Nell'884 R. figurava tra i possedimenti dell'abbazia di Moutier-Grandval. Una fam. nobile vi è attestata dal XII al XV sec. R. fece parte della prepositura di Moutier-Grandval (principato vescovile di Basilea) e, sotto il regime franc. (1798-1813), dei Dip. del Mont-Terrible e poi dell'Haut-Rhin, prima di essere incorporato nel cant. Berna. (1815). La parrocchia di Tavannes-Chaindon aderì alla Riforma nel 1530. La cappella di S. Leonardo a Chaindon è menz. nel 962; l'attuale chiesa risale al 1740 (restauri nel 1924-26 e nel 1992). Nel 1908 R. si separò da Tavannes e divenne una parrocchia autonoma (comprendente Saules, Saicourt e Loveresse). Il com. politico e quello patriziale furono istituiti nel 1863. Nella seconda metà del XIX sec. R. divenne un importante centro orologiero, collegato dal 1876 alla linea ferroviaria Basilea-Bienne. Nel 1851 fu aperta la fabbrica di abbozzi Bueche, Boillat et Cie (Générale Watch Co dal 1895), che fino al 1975 fabbricò gli orologi Helvetia. Nel 1853 venne fondata la Société horlogère, Reconvilier Watch Co, attiva fino al 1970 (orologi Roskopf). Il crescente bisogno di ottone per l'industria orologiera spinse la Bueche, Boillat et Cie a creare nel 1855 una fonderia di ottone, rinominata Fonderie Boillat SA nel 1917. Nel 1986 la Boillat SA, la Metallwerke AG di Dornach e la Selve & Cie di Thun costituirono il gruppo UMS Usines Métallurgiques Suisses Holding SA (gruppo Swissmetal dal 1989). In seguito alle misure di ristrutturazione adottate da Swissmetal, nel 2004 fu indetto un primo sciopero, seguito da un secondo nel 2006. Quest'ultimo durò diverse settimane e fu sostenuto da un ampio slancio di solidarietà. Il settore orologiero non resistette alla crisi degli anni 1970-80. Nel 2005 il settore secondario offriva ancora il 52% dei posti di lavoro nel com. La fiera agricola di Chaindon, attestata già nel 1626, attira ogni anno diverse migliaia di visitatori.


Bibliografia
Histoire de Reconvilier, 1984
– AA. VV., Swissmetal Reconvilier: quand "la Boillat" était en grève, 2005

Autrice/Autore: Christine Gagnebin-Diacon / frm