Cilander

Fondata nel 1814 a partire da un impianto di follatura, la ditta di finissaggio tessile di Herisau si chiamò dapprima Tribelhorn & Meyer (1823-88). Nel 1868 fu costruita la nuova sede della filiale di Flawil; nel 1869 l'abbinamento dei procedimenti di apprettatura scozzese e franc. portò a ottimi risultati. Verso il 1870, grazie a una conduzione innovatrice l'azienda divenne la ditta di finissaggio di maggior spicco della Svizzera orientale. Trasformata in soc. anonima nel 1873, l'impresa nel 1888 fu ribattezzata AG Cilander. Con la ditta Heberlein di Wattwil, la AG Cilander ebbe un ruolo determinante, dopo il 1890, nell'introduzione della mercerizzazione. Dal 1912 sviluppò dei sofisticati procedimenti chimici di finissaggio (trasparenza e opalescenza delle fibre), che consentirono una crescita economica senza precedenti. Negli anni 1920-30 il numero di dipendenti salì a ca. 1000 (nel 2000 erano 151). Dopo il 1983 la fabbrica estese la propria attività di finissaggio dal cotone a varie fibre tessili, diventando la ditta di punta dell'industria sviz. di finissaggio di tessuti in tinta unita. Nel 1997 la AG Cilander fu la prima azienda al mondo a conseguire il certificato ecologico Oeko-Tex1000.


Bibliografia
– W. Schläpfer, Wirtschaftsgeschichte des Kantons Appenzell Ausserrhoden bis 1939, 1984, 184 sg., 307-310, 383
– Holderegger, Unternehmer, 190 sg., 214, 252, 372, 375, 463, 510
Appenzeller Zeitung, 28.10.1997

Autrice/Autore: Thomas Fuchs / mdi