No 1

Walras, Léon

nascita 16.12.1834 Evreux (Normandia), morte 5.1.1910 Clarens (oggi com. Montreux), catt., cittadino franc. Figlio di Auguste, economista, insegnante e ispettore d'Acc., e di Louise-Aline Sainte-Beuve. ∞ 1) Célestine-Aline Ferbach; 2) Léonide-Désirée Mailly. Compì studi secondari a Caen e Douai. Respinto al Politecnico, fu ammesso all'Ecole des mines di Parigi, ma poi interruppe gli studi. Dopo aver tentato una carriera letteraria, collaborò spec. con il Journal des économistes (fino al 1862). Impiegato presso la Compagnie des chemins de fer du Nord, iniziò precocemente a interessarsi al movimento cooperativistico. Nel 1860 partecipò al congresso intern. sull'imposizione fiscale a Losanna, organizzato dal Consiglio di Stato vodese. Cofondatore e amministratore delegato della Cassa di sconto delle ass. popolari di credito, produzione e consumo (1865), dopo il fallimento di quest'ultima divenne un semplice impiegato di banca (1868). Raccomandato da Jules Ferry a Louis Ruchonnet, all'epoca Consigliere di Stato vodese, fu nominato, benché privo dei titoli necessari, professore ordinario di economia politica all'Acc. di Losanna (1870-92, rettore 1875-77). Fondatore della scuola di Losanna e padre della teoria dell'equilibrio economico generale, tentò in particolare di fornire una soluzione matematica alla questione sociale, anche rimettendo in causa la proprietà privata. Nel 1909 fu insignito del dottorato h.c. in sociologia dell'Univ. di Ginevra.


Opere
Elementi di economia politica pura, 2010 (franc. 1874-1877, numerose ed.)
Archivi
– Fondo presso BCUL
Bibliografia
– A. Jäger, «L. Walras», in Was ist Ökonomie?, 1999, 69-97
Professeurs Lausanne, 1314
– P. Dockès, J.-P. Potier, La vie et l'œuvre économique de L. Walras, 2001
– R. Baranzini, L. Walras e la moneta senza velo (1860-1886), 2005

Autrice/Autore: Olivier Meuwly / luc