No 1

Eck, Johannes

nascita 13.11.1486 (Johannes Maier) Egg an der Günz (Svevia), morte 10.2.1543 Ingolstadt (Alta Baviera). Figlio di Michael Maier, funzionario. Fu istruito inizialmente da uno zio di Rottenburg am Neckar e dal 1498 studiò filosofia e teol. alle Univ. di Heidelberg, Tubinga, Colonia e Friburgo in Brisgovia (magister artium nel 1501, baccalaureus biblicus nel 1505). Fu consacrato sacerdote nel 1508. Dopo il conseguimento del dottorato (1510), insegnò teol. all'Univ. di Ingolstadt fino alla morte. Nel 1512 fu inoltre nominato canonico e procancelliere dell'Univ. di Eichstätt, in Baviera. Quale esponente dell'ortodossia catt. tenne validamente testa ai riformatori, partecipando, tra l'altro, alla Disputa di Lipsia (1519) contro Carlostadio e Martin Lutero, a quella di Baden (1526) contro Giovanni Ecolampadio e al colloquio di Worms (1541) contro Filippo Melantone. La sua opera principale, Enchiridion (1525), un manuale sugli "errori della nuova dottrina", fu la pubblicazione catt. più diffusa nel XVI sec. Partecipò in modo determinante alla redazione della Confutatio, che doveva contrapporsi alla Confessione di Augusta, presentata da Melantone in occasione della Dieta di Augusta del 1530. Personalità controversa, è ritenuto uno dei più eminenti animatori delle dispute teol. pretridentine.


Bibliografia
– T. Wiedemann, Dr. Johann Eck, 1865
– E. Iserloh (a cura di), J. Eck (1486-1543) im Streit der Jahrhunderte, 1988
– C. Dittrich, Die vortridentinische katholische Kontroverstheologie und die Täufer, 1991

Autrice/Autore: André Zünd / ato