13/10/2009 | segnalazione | PDF | stampare
No 3

Naeff [Näff], Wilhelm Mathias

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da un’immagine. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

nascita 19.2.1802 Altstätten,morte 21.1.1881 Muri bei Bern, rif., di Altstätten. Figlio di Johann Mathias ( -> 2). Fratello di Adolf ( -> 1). Cognato di Felix Wilhelm Kubly. Celibe. Dopo le scuole ad Aarau e Losanna (1815-19), studiò diritto a Heidelberg (1819-23), conseguendo il dottorato. Avvocato ad Altstätten, fu uno dei capi liberali della Rigenerazione. Fece parte del Gran Consiglio sangallese (dal 1828). Consigliere di Stato (1830-48), diresse i Dip. di polizia (1830-41), delle costruzioni (1841-47) e degli affari esteri (1847-48). Riorganizzò la polizia e l'esecuzione delle pene, promosse la costruzione di strade e pose le basi per la pianificazione ferroviaria e la correzione del Reno. Nel 1836 presiedette l'assemblea popolare di Flawil, che si schierò contro la richiesta dei monarchi europei di espellere i rifugiati dalla Svizzera, rivendicando nel contempo la convocazione di una Costituente per la revisione del Patto fed. La Dieta fed. lo nominò commissario fed. a Svitto (1838) e Lucerna (1845-47). Nel 1844 e nel 1847 prese parte alla Dieta fed. quale delegato. Membro della commissione dei Sette per lo scioglimento del Sonderbund (1847) e della commissione incaricata della redazione della Costituzione fed. (1848), assunse posizioni moderate e seppe mediare con successo tra catt. conservatori e radicali. Dopo la creazione dello Stato fed., fece parte dell'Assemblea fed. quale Consigliere agli Stati sangallese e il 16.11.1848 venne eletto nel primo Consiglio fed.; vi restò fino al 1875, assumendo una sola volta la presidenza (1853). Diresse i Dip. fed. delle poste e delle costruzioni (1848-52 e 1855-66), politico (1853), del commercio e delle dogane (1854, 1867-73) e delle finanze e delle dogane (1873-75). Il suo merito principale fu l'uniformazione e la riorganizzazione del sistema postale, che realizzò in collaborazione con Franz Eduard Erpf (Consigliere nazionale) e Benedikt La Roche (direttore generale delle poste fed.). Creò inoltre le basi legali per la rete telegrafica in rapida espansione (1852) e, tramite accordi con altri Paesi, regolamentò il traffico postale.


Bibliografia
– Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 575 sg.
– Altermatt, Consiglieri federali, 136-140
Rheintaler Köpfe, 2004, 282-284

Autrice/Autore: Markus Kaiser / ato