Mercure suisse

Il periodico mensile Mercure suisse, ou recueil de nouvelles historiques, politiques, littéraires et curieuses fu fondato a Neuchâtel da Louis Bourguet nel dicembre del 1732. Nel gennaio del 1738 si suddivise in due pubblicazioni distinte: da una parte la gazzetta politica Mercure suisse (dal 1748, Nouvelliste suisse), dall'altra la rivista letteraria Journal helvétique. Tra il settembre del 1769 e il 1780 venne dato alle stampe con il titolo di Nouveau journal helvétique, riunendo nuovamente politica e letteratura. Nel 1781-82 assunse il titolo di Journal de Neuchâtel. Dopo un'interruzione nel 1783, uscì per l'ultima volta nel 1784 con il nome di Nouveau journal de littérature et de politique de l'Europe, et surtout de la Suisse. Luogo di incontro e di scambio per le cerchie intellettuali della Svizzera franc. e ted., fino al 1769 il periodico si occupò di argomenti di tipo enciclopedico (studi letterari, filosofici, economici e scientifici). Sotto la direzione di Elie Bertrand (1769-79) e di Henri-David Chaillet (1779-84) pubblicò in seguito soprattutto recensioni di opere. Tra i suoi collaboratori regolari si distinsero Laurent Garcin, Gabriel Seigneux de Correvon, Emer de Vattel, Jean-Pierre de Crousaz e Alexandre Balthazar Laurent Grimod de La Reynière (corrispondente da Parigi dal 1780 al 1782). Nel 1782 contava meno di 200 abbonamenti (erano 400 nel 1769), sottoscritti principalmente in regioni di tradizione rif. quali Neuchâtel, Vaud, Ginevra, Berna, Basilea, Zurigo e Sciaffusa.


Bibliografia
– M. Schlup, «Diffusion et lecture du "Journal helvétique" au temps de la Société typographique de Neuchâtel, 1769-1782», in La diffusion et la lecture des journaux de langue française sous l'Ancien Régime, 1988, 59-70
– J. Sgard (a cura di), Dictionnaire des journaux, 1600-1789, 1991

Autrice/Autore: Michel Schlup / vfe