16/08/2007 | segnalazione | PDF | stampare | 

Brislach

Com. BL, distr. Laufen. Villaggio a est della LŘssel, situato ai lati della strada che conduce dalla valle della Birsa al Passwang; (1144: Brislacho). Pop: 205 ab. nel 1630, 375 nel 1771, 442 nel 1850, 424 nel 1900, 615 nel 1950, 1062 nel 1990, 1392 nel 2000. Nella grotta di Kohler (Kaltbrunnental) sono stati rinvenuti ciondoli fatti di conchiglie risalenti al tardo Paleolitico. Sul Lischtelgupf sorge una torre di guardia romana. ThŘring von B. (metÓ del XII sec.) Ŕ il pi¨ antico rappresentante conosciuto della stirpe von Ramstein. Nel 1462 B. pass˛ sotto la sovranitÓ del principe vescovo di Basilea come parte del baliaggio di Zwingen. Inglobato dalla Repubblica rauracica (1792-93), fu sottomesso dai Francesi (1793-1814) e amministrato dal governatore generale voluto dagli Alleati (1814-15), prima di essere assegnato al cant. Berna (1815). Nel 1994 B. Ŕ passato al cant. Basilea Campagna. In origine faceva capo alla parrocchia di Rohr. Di confessione rif. dal 1529 al 1580, nel 1803 B. divenne una parrocchia catt. (costruzione della chiesa di S. Pietro), ma tra il 1874 e il 1935 rest˛ unito a Wahlen. Fino al 1950 l'economia di B. si bas˛ essenzialmente sulla campicoltura (in origine per avvicendamento) e sulle aziende agrarie (un mulino nel 1615, una segheria nel XVII sec.). Tra il 1880 e il 1910 si intensific˛ lo sfruttamento delle cave di pietra (collegamento ferroviario con Zwingen per il trasporto merci). Dagli anni '50 B. Ŕ un com. residenziale con attivitÓ industriali che richiamano lavoratori pendolari.


Bibliografia
Brislach, 1991

Autrice/Autore: Daniel Hagmann / did