• <b>Ernst Nobs</b><br><I>La scala</I>; caricatura pubblicata sul <I>Nebelspalter</I> il 30.12.1943, realizzata da  Gregor Rabinovitch (Biblioteca nazionale svizzera). Apparsa qualche giorno dopo l'elezione in Consiglio federale di Nobs, la caricatura riassume la carriera dell'uomo politico, che porta le sue pubblicazioni sulla schiena. Il primo gradino evoca la sua attività di redattore del <I>Volksrecht</I>, quelli seguenti le cariche politiche assunte (Consigliere nazionale, Consigliere di Stato, sindaco di Zurigo dal 1942).

No 1

Nobs, Ernst

nascita 14.7.1886 Seedorf (BE), morte 13.3.1957 Meilen, rif., di Seedorf, Zurigo e Grindelwald (cittadino onorario dal 1944). Figlio di Jakob, sarto, e di Anna Bernet, operaia orologiaia. ∞ 1) (1907) Anna Leist, figlia di Johannes, insegnante; 2) (1949) Rose Fröhlich, segr., figlia adottiva di Heinrich, tipografo compositore. Cresciuto a Grindelwald in condizioni modeste, frequentò la scuola magistrale a Hofwil e Berna (1902-06). Insegnante a Wynau e Ostermundigen (1906-12), fu membro della direzione della sezione cant. bernese del PS (1911-12) nonché redattore di giornali socialisti a Lucerna e San Gallo (1912-15), del Volksrecht a Zurigo (1915-35) e della rivista Rote Revue, di cui fu anche cofondatore (1921). Fece parte del consiglio com. di Zurigo (1916-19, 1920-33, pres. 1931-32), presiedette la sezione cittadina del PS (1916-18, 1919-23) e fu membro della direzione del PSS (1917-19), Consigliere nazionale (1919-43), Consigliere di Stato zurighese (1935-42, Dip. degli interni e di giustizia, dal 1938 Dip. dell'economia pubblica), sindaco di Zurigo (1942-43) e Consigliere fed. (1944-51, Dip. delle finanze e delle dogane, pres. della Conf. nel 1949). Inoltre dal 1952 al 1957 fece parte del CICR e presiedette il consiglio di amministrazione del fondo di compensazione AVS.

<b>Ernst Nobs</b><br><I>La scala</I>; caricatura pubblicata sul <I>Nebelspalter</I> il 30.12.1943, realizzata da  Gregor Rabinovitch (Biblioteca nazionale svizzera).<BR/>Apparsa qualche giorno dopo l'elezione in Consiglio federale di Nobs, la caricatura riassume la carriera dell'uomo politico, che porta le sue pubblicazioni sulla schiena. Il primo gradino evoca la sua attività di redattore del <I>Volksrecht</I>, quelli seguenti le cariche politiche assunte (Consigliere nazionale, Consigliere di Stato, sindaco di Zurigo dal 1942).<BR/>
La scala; caricatura pubblicata sul Nebelspalter il 30.12.1943, realizzata da Gregor Rabinovitch (Biblioteca nazionale svizzera).
(...)

N. personifica il passaggio del socialismo sviz. da una politica di opposizione all'assunzione di responsabilità di governo. Esponente dell'ala sinistra del partito durante e subito dopo la prima guerra mondiale, criticò fortemente la sospensione dello sciopero generale nel 1918. Nel confronto con il comunismo e nel contesto della crisi economica e della minaccia nazista abbandonò poi l'idea della lotta di classe, assumendo posizioni riformiste e pronunciandosi a favore della difesa nazionale. Nello scritto Helvetische Erneuerung (1943) illustrò le sue proposte per la trasformazione della Svizzera in una democrazia sociale. Il 15.12.1943 fu il primo socialista a essere eletto in Consiglio fed. Durante il suo mandato promosse la riforma delle finanze fed., che nel 1950 fallì però per l'opposizione proveniente sia dai ranghi borghesi, sia da sinistra.


Archivi
– Fondi parziali presso AF e Sozarch, Archivio del PS svizzero
Bibliografia
– T. Kästli, E. Nobs, vom Bürgerschreck zum Bundesrat, 1995
– Altermatt, Consiglieri federali, 432-435

Autrice/Autore: Markus Bürgi / mku