Brenzikofen

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Com. BE, distr. Konolfingen. Il piccolo com., situato ai piedi della Falkenfluh (Bürglen) e, in parte, sul Rothachengraben, comprende il villaggio di B. (1236: Brenzichovin), le frazioni di Boden e Bälliz, e alcune fattorie isolate. Pop: 144 ab. nel 1764, 347 nel 1850, 392 nel 1900, 342 nel 1950, 328 nel 1980, 488 nel 1990, 485 nel 2000. In località Bürglen, a difesa della fortezza di Diessenberg nel ME venne costruito un terrapieno fortificato, o antemurale, di cui sono ancora visibili il vallo e il fossato. Nel tardo ME, fra i proprietari fondiari della zona, che talvolta detenevano anche diritti di giurisdizione, vi erano il convento di Interlaken e alcuni cittadini di Berna e di Thun. Il villaggio fece parte della giurisdizione indipendente (Freigericht) di Steffisburg (bassa giurisdizione di Wichtrach dal 1642 al 1652), della giurisdizione (Landgericht) di Konolfingen per l'alta giustizia e del baliaggio (Amt) di Thun dal 1652 al 1798. Sul piano ecclesiastico B. è sempre appartenuto alla parrocchia di Oberdiessbach. Nel 1686 le zone boschive del com. vennero ripartite tra le curtes; i poveri ricevettero del legname. Il consorzio scolastico con Herbligen, sciolto dopo la costruzione del nuovo edificio scolastico di B., venne ricostituito nel 1973. Dal 1898 B. è collegato alla linea ferroviaria Thun-Burgdorf. Il magazzino centrale di sussistenza dell'esercito, aperto nel 1983, ha permesso di creare nuovi posti di lavoro. Dagli anni '80 B., che conserva un aspetto rurale, è divenuto un com. satellite di Thun. Nel 1990 il tasso di pendolari in uscita era pari al 69%, mentre il 61% della pop. operava nel terziario.


Fonti
FDS BE, II/11
Bibliografia
Dorfchronik 1236-1986, 1986

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / vfe