Gabon

 © 2003 DSS e cartografia Kohli, Berna.
© 2017 DSS

Agli inizi del XX sec. alcuni Svizzeri si stabilirono in G. per svilupparvi attività economiche (commercio, sfruttamento del legname) o per collaborare con il medico Albert Schweitzer a Lambarene. Il 17.8.1960 il Consiglio fed. riconobbe l'indipendenza del G., antica colonia franc. che sarebbe diventata una repubblica a regime presidenziale nel 1961. Le autorità fed., che condividevano l'ottimismo espresso dall'ufficio sviz. per l'espansione commerciale (USEC) nei confronti di un mercato promettente per la ricchezza delle risorse naturali e la stabilità politica del Paese, proposero di intavolare un negoziato per la conclusione di un accordo bilaterale. Tuttavia l'influenza franc. sul G. implicava che gli accordi franco-sviz. del 1955 e 1967 continuassero a regolare gli scambi tra la Svizzera e il Paese africano. Le relazioni economiche si intensificarono a seguito della firma di un accordo bilaterale (1972) sul commercio, sulla salvaguardia degli investimenti, sulla cooperazione tecnica e scientifica (collegamento Swissair nel 1971, esportazione di capitali, partecipazione a grandi progetti e sfruttamento delle miniere). Dal 1987 i debiti del G. vengono rateizzati attraverso accordi bilaterali e, sul piano multilaterale, nel quadro del Club di Parigi. Gli Svizzeri in G. erano ca. 70 nel 1970, 150 nel 1990 e 44 nel 2000. I cittadini del G. in Svizzera erano 25 nel 1990 e 39 nel 2000.


Archivi
– Documentazione del DFAE
Bibliografia
– A. Rutishauser, «Erfahrungen und Beobachtungen in der Geburtshilfe im Gabon», in Archiv der Julius Klaus Stiftung für Vererbungsforschung, Sozialanthropologie und Rassenhygiene, 16, 1941, 235-267

Autrice/Autore: Marc Perrenoud / ebe