Trüllikon

Com. ZH, distr. Andelfingen; (858: Trullinchova). Situato a nord del Weinland zurighese, comprende, oltre a T., i villaggi di Rudolfingen, Wildensbuch e, fino al 1878, Truttikon. Pop: 466 ab. nel 1634, 1393 nel 1850, 1420 nel 1870, 1044 nel 1880, 910 nel 1900, 895 nel 1950, 724 nel 1970, 989 nel 2000. Sono stati rinvenuti tumuli del periodo di Hallstatt sopra T. Nell'858 l'alemanno Wolvene donò al convento di Rheinau beni situati a T., Rudolfingen e Wildensbuch. Dal tardo ME al 1798 T. costituì una bassa giurisdizione, a cui appartennero anche Wildensbuch, Truttikon, Oerlingen, Kleinandelfingen e Niedermarthalen. Dal 1662 al 1730 quest'ultima fu concessa dal capitolo dei canonici di Kreuzlingen alla fam. zurighese Bürkli. Nel 1695 Hans Heinrich Bürkli fece ampliare il cosiddetto castello a T. L'alta giurisdizione nel 1452 passò, insieme alla contea di Kyburg, alla città di Zurigo. Dal 1624 al 1798 T. formò uno dei dieci quartieri militari di Zurigo; un posto di segnalazione sopra Wildensbuch faceva parte del sistema di allarme zurighese. La municipalità costituita nel 1798 apparteneva al distr. di Benken, il com. politico sorto nel 1803 al distr. di Winterthur (1804) e poi al baliaggio (Oberamt, 1814) risp. al distr. (1831) di Andelfingen. Dalle comunità di villaggio si svilupparono quattro Zivilgemeinden; Truttikon fu elevato a com. autonomo (1879), Rudolfingen rimase Zivilgemeinde fino al 2007, T. e Wildensbuch fino al 2009. Prima della Riforma gran parte degli ab. faceva capo alla parrocchia di Laufen; una cappella filiale dedicata a S. Croce a T. è attestata nel 1330. Dopo il passaggio alla Riforma, T. costituì un proprio com. parrocchiale (1529). Nel contesto del movimento del Risveglio, nel 1823 a Wildensbuch morirono in seguito a crocefissione Margaretha Peter e sua sorella. La cappella a T. fu sostituita nel 1888 da un edificio in stile neogotico, a sua volta rimpiazzato da una chiesa moderna (1966). Dal 1860 diligenze postali conducevano ad Andelfingen; nel 1926 furono sostituite da una linea di autobus verso la stazione ferroviaria di Marthalen. Caratterizzato dalla viticoltura e dalla campicoltura, il com. mantenne il suo carattere agricolo e ancora all'inizio del XXI sec. disponeva di vigneti. A seguito della realizzazione di case monofam., negli anni 1970-90 T. registrò un leggero aumento demografico.


Bibliografia
MAS ZH, 1, 1938, 397-399
– R. Hettlinger, Aus der Geschichte der Gemeinde Trüllikon, 858-1958, 1960
– K. Vogel, Trüllikon, 2001

Autrice/Autore: Ueli Müller / cmu