Iseltwald

Com. BE, distr. Interlaken; (1146: Iseltwalt). Situato sulla riva sinistra del lago di Brienz, il com. Ŕ composto dal villaggio omonimo, dalle frazioni di Furen, Sengg e Isch e da fattorie isolate; con i pascoli e gli alpeggi si estende fino al Faulhorn (2680 m). Pop: 254 ab. nel 1764, 562 nel 1850, 585 nel 1900, 479 nel 1930, 537 nel 1950, 434 nel 2000. Nel ME I. faceva parte del territorio imperiale e, assieme alle vaste foreste che si estendevano lungo il lago, formava un feudo imperiale detenuto da baroni dell'Oberland bernese. La fortezza medievale sulla penisola era forse la residenza dei signori von Matten (dal 1907 centro di riabilitazione di Seeburg). Nel 1146 re Corrado III cedette al priorato agostiniano di Interlaken un quarto di I. e la metÓ delle foreste. L'avogadria ecclesiastica sui beni conventuali era esercitata dal cavaliere Arnold von Ried (attestato dal 1230 al 1239). I baroni von Brienz-Ringgenberg detenevano il governo sulla pop., che si ribell˛ contro le imposte, riscattate poi nel 1252. Nel 1303 scoppi˛ una lite con Interlaken sulle foreste, in seguito alla quale tutti i diritti su I. passarono al convento. Dato che quest'ultimo parteggiava per gli Asburgo, I. fu devastato nel 1342 dalle genti di Untervaldo. Il villaggio partecip˛ in seguito alla rivolta contro il convento (1348-49) e al B÷ser Bund nell'Oberland bernese contro la cittÓ di Berna (1445-46). Con la secolarizzazione del convento nel 1528, I. pass˛ a Berna e fu integrato nel baliaggio di Interlaken (giurisdizione libera o Freigericht). L'economia locale si basava sulla pesca, la frutticoltura, l'allevamento e le attivitÓ alpestri; entrate supplementari furono garantite fino al 1715 ca. da una vetreria, che ottenne la concessione nel 1680 e nel 1696. Il turismo a B÷nigen e la navigazione a vapore (imbarcadero a I. nel 1871) favorirono dagli anni 1870-80 la costruzione di alberghi e locande. Fino al raccordo con l'autostrada (1988), I. era raggiungibile unicamente attraverso la strada a fondo cieco che partiva da B÷nigen. All'inizio del XXI sec. le principali attivitÓ erano l'agricoltura, la pesca, il commercio di legname, il turismo d'escursione (alberghi, pensioni, campeggi, appartamenti di vacanza, spiaggia). Dal 1948 I. costituisce un circolo della parrocchia di Gsteig bei Interlaken; la chiesa risale al 1939.


Bibliografia
– P. Michel, Iseltwald, 1993
– B. Mutter, Bauinventar der Gemeinde Iseltwald, 2000

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / ddo