No 4

Bustelli, Guido

nascita 21.4.1905 Arzo, morte 29.3.1992 Lugano, catt., di Locarno. Figlio di Edoardo. ∞ Gemma Mancini. Dopo la scuola di commercio di Bellinzona, ha lavorato nel ramo assicurativo e fiduciario. Per il partito liberale radicale è stato membro del consiglio com. di Lugano (1944-60) e deputato al Gran Consiglio (1956-62) e al Consiglio nazionale (1963). Con il grado di capitano ha partecipato alla seconda guerra mondiale. Incaricato alla fine del 1940 di creare a Lugano un ufficio informazioni dell'esercito per la raccolta di notizie circa la situazione politica e militare sul fronte sud, ha operato in quella sede a favore della liberazione dell'Italia settentrionale. Per l'impegno a favore dei rifugiati e dei partigiani il Comitato di liberazione nazionale Alta Italia (CLNAI) gli ha conferito nel 1946 la medaglia d'onore. Nel 1955 è stato nominato maggiore dell'esercito.


Archivi
– Fondo personale presso ASTI
Bibliografia
– G. Bustelli, «Ricordi della Resistenza italiana 1943-1945», in Cenobio, 3, 1966, 187-196

Autrice/Autore: Pablo Crivelli