Wolhusen-Markt

Ex com. LU, dal 1853 parte del com. di Werthenstein; (1253: suburbium con ponte; ca. 1306: marcht [...] under der burg ze Wolhusen). Pop: 280 ab. nel 1850. La cosiddetta fortezza interna di Wolhusen, verosimilmente la pi¨ antica delle due fortezze dei baroni von Wolhusen, residenza della loro linea primogenita dopo il 1234, si trovava su uno sperone roccioso sopra il ponte sull'ansa della Emme. Ai suoi piedi si form˛ un insediamento con mercato. Alla fine del XIII sec. pass˛ con il baliaggio interno di Wolhusen agli Asburgo. Accanto alle due fortezze, W. divenne il centro amministrativo di quest'ultimo baliaggio e, dopo il 1370, anche di quello esterno, pure in possesso degli Asburgo. Su iniziativa di questi ultimi, il balivo Peter von Thorberg (1354-58 e 1368-86) trasform˛ il mercato in un borgo fortificato. Il progetto prevedeva una cinta muraria con tre porte e tre torri. W. ottenne la comborghesia con libero diritto di prelazione e un proprio tribunale, esistito fino al 1798. Conquistato dai Conf. nel 1386, W. divenne un'exclave del baliaggio dell'Entlebuch. Il pontatico, menz. attorno al 1328, fu statalizzato nel 1633 e abolito nel 1834. Nel 1471 Lucerna conferm˛ i privilegi economici della localitÓ, dotata di un mulino (dal 1300 ca.) e poi anche di un mercato coperto. La cappella tardomedievale di S. Croce, a nord del ponte, fu ricostruita nel 1634-35 e spostata a W. nel 1682 dopo un'alluvione. W. formava una confraternita nella parrocchia di Wolhusen, istituita nel 1657. La strada dell'Entlebuch risale agli anni 1750-60. W. ottenne nuovamente un mercato nel 1756. Dal XVII sec. sono attestati tintori e conciatori. W. fece parte del distr. di Ruswil (1798-1803). Nel 1803 le basse giurisdizioni (Twinge) dell'ancien rÚgime di Wolhusen e W. divennero com. del distr. dell'Entlebuch, attribuiti al distr. di Sursee nel 1831. Oberato dai debiti (spese per l'assistenza pubblica e la costruzione di argini e strade), nel 1853 il com. di W. fu soppresso e assegnato a Werthenstein. Nel 1876 un incendio distrusse il villaggio. Nel XIX sec. era diffusa la lavorazione della paglia. All'inizio del XXI sec. W. ospitava una cartiera (dal 1943), industrie del legno e una ditta di utensili per l'edilizia.


Bibliografia
– T. Stadelmann, Wolhusen, 1958
– F. Glauser, J. J. Siegrist, Die Luzerner Pfarreien und Landvogteien, 1977
MAS LU, n.s., 1, 1987, 359-365

Autrice/Autore: Waltraud H÷rsch / sor