Habkern

Com. BE, distr. Interlaken; (1275: Habcherron). Com. montano di 51 km2 con vasti boschi e alpeggi sul pendio meridionale dell' Hohgant, nella zona delle sorgenti della Emme, H. è formato per lo più da insediamenti sparsi; le comunità (Bäuerten) di Bohlseiten, Bort, Schwendi e Mittelbäuert (centro del com. e chiesa) sono dei piccoli nuclei. Pop: 365 ab. nel 1764, 724 nel 1850, 839 nel 1880, 781 nel 1900, 671 nel 1950, 624 nel 2000. La zona, allora possedimento imperiale, nel 1275 fu ceduta da re Rodolfo ai baroni von Eschenbach. Dopo l'assassinio dell'imperatore Alberto I (1308) H. passò agli Asburgo-Austria e poco più tardi al convento di Interlaken. Vittima di scorrerie untervaldesi (1342), la pop. si ribellò al convento (1348-49) e nel 1445 aderì al Böser Bund nell'Oberland bernese. Dopo essersi inizialmente opposto alla Riforma, H. fu integrato nella comunità parrocchiale di Unterseen (1528, in precedenza faceva capo a quella di Gondswil) e al baliaggio di Interlaken (1529) prima di passare al baliaggio (Stadtamt) di Unterseen (1762-98). Al più tardi dal 1538, la predica venne celebrata mensilmente nella chiesa filiale di H. (menz. nel 1565); quando quest'ultima fu ricostruita nel 1666, H. divenne parrocchia autonoma, dal 1803 integrata al baliaggio (Oberamt) di Interlaken. I principali settori economici erano l'apicoltura e l'esportazione di bestiame. La vetreria, attiva nell' Harzersboden dal 1720 (data della concessione) al 1778 ca., e nel XIX sec. la fabbrica specializzata nella produzione di lattosio contribuirono al disboscamento della zona. La strada carrozzabile che conduce da Unterseen alla valle risale al 1828. La povertà spingeva la pop. a trasferirsi nelle zone di pianura e a emigrare negli Stati Uniti o in Germania. Oggi alle attività tradizionali (allevamento e apicoltura) si è affiancato il turismo (due alberghi, colonie e appartamenti di vacanza, sciovia); i pendolari in uscita verso la zona di Interlaken costituiscono un terzo della pop. attiva. Le quattro comunità in cui è suddiviso il com. partecipano ai compiti com.


Bibliografia
– M. Sooder, Habkern, 1964 (19822)
– J. C. Remijn, Kirchengeschichte von Unterseen, 1979

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / vfe