Montvoie

Villaggio del comune di Clos du Doubs (JU), distretto Porrentruy, ed ex comune bernese; (1284: Montvouel). Dal 1882 al 2008 appartenne a Ocourt. Pop: cinque fuochi nel 1598, 47 ab. nel 1793, 34 nel 1850, 35 nel 1880. Feudo dei de Neufchâtel-Bourgogne, tra l'Ajoie e la prepositura di Saint-Ursanne, M. divenne feudo della Chiesa di Basilea nel 1284. Passato ai signori de Vendlincourt (XIII sec.), Saint-Aubin (XIV sec.), Boncourt dit d'Asuel e de Tavannes (XV sec.) e infine ai von Reinach-Grandvillers (XVI sec.), all'inizio del XVII sec. M. ritornò al principe vescovo di Basilea. Sotto il regime franc. (1792-1813) fece parte dei Dip. del Mont-Terrible e poi dell'Haut-Rhin. Passò in seguito al cant. Berna (1815). Sul piano ecclesiastico faceva capo a Ocourt. La fortezza situata sulla catena montuosa del Lomont fu ricostruita alla fine del ME e abbandonata nel XVI sec. Ne restano tracce visibili, in particolare le rovine di una torre rotonda e di un muro di cinta, affiancate da un gruppo di fattorie.


Bibliografia
– F. Chèvre, «Notice sur le château de Montvoie», in Actes SJE, 1885, 55-68
– F. Mueller, «Der Olifant von Montvoie», in ArS, 10, 1987, 97-100
– M. Berthold, République et canton du Jura, 1989, 115

Autrice/Autore: Jean-Paul Prongué / cmu