12/02/2009 | segnalazione | PDF | stampare | 

Morcles

Ex com. VD, distr. Aigle; (1043: Morcles). Piccolo villaggio a 1159 m sulla sponda destra del Rodano; dal 1852 forma con Lavey il com. di Lavey-Morcles. Pop: 66 ab. nel 1764, 84 nel 1803, 68 nel 1850. Nel 1043 Aimon, vescovo di Sion, concesse M. in feudo al canonico Varnerius. Nel 1272 Jean d'Arbignon regol˛ con gli ab. l'uso dei pascoli. Dopo aver dipeso dalla castellania di Bex, nel 1476 pass˛ a Berna e fu integrato nella castellania (mandement) di Bex del baliaggio di Aigle fino al 1798. Un ministeriale (mÚtral) amministrava la giustizia, mentre gli appelli venivano giudicati a Bex. I confini con il territorio vallesano vennero definiti nel 1504. Le fam. Veillon, de Bex, Macognin e de QuartÚry de Saint-Maurice detennero un feudo a M. Nel ME il villaggio dipese dalla parrocchia di S. Sigismondo di Saint-Maurice; nel 1529 venne incorporato nella comunitÓ rif. di Bex. A M. le acque dell'Avanšon fornivano energia a un mulino e a una segheria. Nel 1732 Ŕ menz. per la prima volta un maestro di scuola. Solo nel 1830 venne realizzato il collegamento stradale fra M. e la pianura del Rodano. La fusione del 1852 fu attuata contro la volontÓ del com.


Autrice/Autore: Germain Hausmann / gbp