Buchthalen

Ex com. SH, distr. Sciaffusa, dal 1947 quartiere orientale della città di Sciaffusa dall'identità ben definita; (1122: Buochtella). Pop: 15 fuochi ca. nel 1530, 319 ab. nel 1836, 364 nel 1850, 565 nel 1900, 1470 nel 1941, 4941 nel 1970, 4791 nel 2000 (territorio dell'ex com.). B. era formato da tre giurisdizioni in origine autonome: B., Innerwidlen e Ausserwidlen (o Vorderwidlen e Hinterwidlen). B. da solo costituiva una proprietà compatta del convento di Allerheiligen attorno alla curtis signorile soggetta a servitù di Vorderwidlen. La bassa giustizia fu dapprima appannaggio del langraviato di Nellenburg, poi passò agli Asburgo-Austria (dal 1465), che, verso la metà del XV sec., la infeudarono alla fam. Cron di Sciaffusa, la quale a sua volta la cedette alla città nel 1498. Sciaffusa amministrò l'alta giustizia dal 1451 a B., che faceva parte dell'antico Mundat (territorio che godeva dell'immunità) di Allerheiligen, e dal 1723 a Hinterwidlen. Dal 1559 al 1798 B., Widlen, Gennersbrunn e Gailingen appartennero al baliaggio di Buch. Sul piano spirituale B. era legato a Büsingen, sebbene possedesse già nel ME una cappella, dedicata a S. Lucia, demolita nel 1703. Nel 1529 B. adottò la Riforma, assieme a Sciaffusa. La chiesa attuale (rinnovata nel 1934 e nel 1954) fu consacrata nel 1705, dotata di fonte battesimale nel 1751 e di cimitero nel 1796. B. rimase tuttavia parte della parrocchia di Büsingen finché questa, nel 1843, in seguito a una disputa relativa alla collazione, si separò da Sciaffusa anche per le questioni religiose e fu attribuita al granducato del Baden. Dal 1866 B. è parrocchia autonoma. Dopo l'allacciamento alla rete del gas di Sciaffusa (1908), nel 1910 iniziarono le trattative sulla fusione con la città, che si realizzò l'1.1.1947, dopo il chiaro esito delle votazioni popolari del 4.11.1945 e del 7.7.1946. Dal 1949 B. è inserito nella rete dei trasporti pubblici della città.


Bibliografia
MAS SH, 3, 1960, 35-42
Schaffhauser Magazin, 1, 1997

Autrice/Autore: Andreas Schiendorfer / ato