Gsteigwiler

Com. BE, distr. Interlaken, sul versante occidentale della Schynige Platte e la sponda destra della Lütschine; (1333: Wiler). Comprende il villaggio di G. e la chiesa di Gsteig bei Interlaken, centro della parrocchia omonima. Pop: 129 ab. nel 1764, 425 nel 1850, 451 nel 1900, 328 nel 1930, 359 nel 1950, 477 nel 2000. Nel ME il territorio era un feudo imperiale in mano a fam. baronali (von Wädenswil), ceduto nel 1310 alla prepositura agostiniana di Interlaken con tutti i beni, diritti e ab. Dopo la secolarizzazione del convento, nel 1528 G. passò a Berna e fu amministrato dal baliaggio (giurisdizione) di Interlaken. Caratterizzato dall'agricoltura e dall'artigianato, oltre che dall'economia alpestre (consorzio di Breitlauenen), nel 1890 il villaggio fu collegato alla ferrovia dell'Oberland bernese attraverso la stazione di Wilderswil, da cui parte anche la ferrovia a cremagliera per la Schynige Platte, aperta nel 1892. Due terzi della pop. attiva oggi lavorano nell'area di Interlaken (ferrovie); l'agricoltura e il turismo (residenze secondarie) offrono una fonte di guadagno accessorio. L'eliporto serve da base alla Guardia aerea sviz. di soccorso (Rega).


Bibliografia
– H. Häsler, Gsteigwiler, 1995

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / rza