• <b>Lilian Uchtenhagen</b><br>Tre delle prime donne elette in Consiglio nazionale dopo l'introduzione del suffragio femminile nel 1971 mentre discutono in un locale bernese  © KEYSTONE. A sinistra, Liselotte Spreng, prima parlamentare friburghese a Berna. Al centro, Lilian Uchtenhagen e, a destra, Tilo Frey, prima Neocastellana eletta in Consiglio nazionale.

No 1

Uchtenhagen, Lilian

nascita 7.9.1928 Olten,morte 6.9.2016 Zurigo, di Olten e dal 1956 di Sissach. Figlia di August Brunner, commerciante, e di Elisabeth Netzer. ∞ (1956) Ambros U., psichiatra, responsabile del servizio sociopsichiatrico della clinica psichiatrica univ. di Zurigo, figlio di Walter Erich, commerciante. Studiò scienze politiche all'Univ. di Basilea e alla London School of Economics (dal 1947), conseguendo il dottorato a Basilea (1954), poi si formò come assistente in psichiatria negli Stati Uniti (1955-56). In seguito insegnò civica ed economia alla scuola della Soc. degli impiegati di commercio di Zurigo e scienze ed economia politiche alla scuola di servizio sociale di Zurigo (1966-86). Attiva in seno alla Centrale delle ass. femminili di Zurigo e all'Alleanza delle soc. femminili sviz., fece parte del comitato direttivo dell'Ass. per il suffragio femminile (1957-73). Consigliera com. socialista a Zurigo (1970-74), fu tra le prime dieci donne elette nel Consiglio nazionale (1971-91) dopo l'introduzione del suffragio femminile (1971). Prima donna candidata al Consiglio fed. (1983), fu sconfitta dal collega di partito Otto Stich, sostenuto dal blocco borghese, ciò che suscitò nel PS un dibattito di fondo sulla propria partecipazione al governo. Fu pres. del consiglio di amministrazione di Coop Zürich LVZ (1981-97) e pres. di Swissaid (1998-2003).

<b>Lilian Uchtenhagen</b><br>Tre delle prime donne elette in Consiglio nazionale dopo l'introduzione del suffragio femminile nel 1971 mentre discutono in un locale bernese  © KEYSTONE.<BR/>A sinistra, Liselotte Spreng, prima parlamentare friburghese a Berna. Al centro, Lilian Uchtenhagen e, a destra, Tilo Frey, prima Neocastellana eletta in Consiglio nazionale.<BR/>
Tre delle prime donne elette in Consiglio nazionale dopo l'introduzione del suffragio femminile nel 1971 mentre discutono in un locale bernese © KEYSTONE.
(...)


Archivi
– Fondo presso AFS
Bibliografia
– L. Wiedmer-Zingg, Die Schweiz-Macherinnen, 1987, 167-182
– E. Girsberger, Abgewählt, 20042, 168-177
– W. Wottreng, Revolutionäre und Querköpfe, 2005, 23-28

Autrice/Autore: Christian Baertschi / lta