Brigerbad

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Ex com. VS, che nel 1972 si Ŕ unito a Briga e a Glis formando il com. di Briga-Glis. B. sorge in pianura sulla sponda settentrionale del Rodano, non lontano da Visp; (1297: Baden, zum Bad; antico nome franc.: Brigue-les-Bains). Pop: 52 ab. nel 1850, 138 nel 1910, 175 nel 1970. Al ME risalgono probabilmente la torre dei donzelli di Baden (forse del XIII sec.) e il granaio dove veniva raccolta la decima del vescovo (Bischofsstadel, forse del XV sec.). B. faceva capo alla parrocchia di Glis; la cappella Ŕ del 1721. Tra il XVI e il XVII sec. venne elaborato l'ordinamento giur. com. (statuti del 1671). Dal XIII sec. fino alla correzione del Rodano (1873-82) la vita quotidiana fu sempre segnata dalla lotta contro gli straripamenti del fiume, dalla manutenzione del ponte di Gamsen (menz. per la prima volta nel 1395) e dalla bonifica delle rive (Eyen). B. divenne famosa per le sue sorgenti termali che, (ri)scoperte da Anton Walker nel 1471, furono ampiamente sfruttate nel XVI sec. sotto Peter Owlig. L'impianto, andato in rovina a partire dal XVII sec., fu riattivato nel 1934-35, e dal 1956-60 Ŕ in piena attivitÓ.


Bibliografia
– P. Jossen, Brigerbad, 1972

Autrice/Autore: Philipp Kalbermatter / did