Isenfluh

Ex com. BE, distr. Interlaken, dal 1973 parte del com. di Lauterbrunnen; (1319: Ysenvluo). Il villaggio, che comprende la frazione di Sulwald, è situato su terrazzi che dominano la valle della Weisse Lütschine. Pop: 80 ab. nel 1764, 162 nel 1850, 176 nel 1880, 145 nel 1900, 92 nel 1950, 47 nel 1970. Nel ME I. appartenne alla signoria di Unspunnen, dal XIV sec. al convento di Interlaken. Dal 1528 al 1798 fu amministrato dal baliaggio bernese di Interlaken. Sul piano ecclesiastico, fece capo alla parrocchia di Gsteig fino al 1973. L'allevamento e l'economia alpestre e forestale dominarono fino al XX sec., quando fece la sua comparsa il turismo. I. è collegato a Lauterbrunnen da un sentiero (dal 1905) e da una strada di montagna (dal 1962, in precedenza da una mulattiera che conduceva a Zweilütschinen, com. Gündlischwand). Il calo demografico iniziato nel 1880 portò alla fusione politica ed ecclesiastica con Lauterbrunnen (1973). La funivia I.-Sulwald (1975) e la nuova strada con galleria elicoidale (1992), che sostituì quella distrutta da uno smottamento nel 1987, hanno arrestato l'esodo e facilitato lo sfruttamento degli alpeggi e delle foreste.


Bibliografia
– H. Michel, Buch der Talschaft Lauterbrunnen, 1240-1949, 1950 (19794)
– H. Michel, Lauterbrunnen, Wengen, Mürren, 1956
Geschichte der Talschaft Lauterbrunnen, 2 voll., 1988-1989

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / ddo