Bözingen

Ex com. BE, distr. Bienne, incorporato a Bienne nel 1917; (1181: Bezingen; 1254: Boujans; franc. Boujean). Il nucleo antico (in parte conservato) è situato a nord est di Bienne, sulla strada che sbocca dalle gole del Taubenloch. Pop: 410 ab. nel 1770, 514 nel 1818, 1192 nel 1850, 2051 nel 1880, 2604 nel 1900, 2982 nel 1910.

Compreso nel territorio del principato vescovile di Basilea, B. era sottoposto all'avogadria ecclesiastica e alla parrocchia di Bienne, dal 1388 all'amministrazione vescovile di Bienne. Sul piano amministrativo B. era soggetto al Consiglio della città di Bienne, che su proposta del com. eleggeva e faceva giurare l'Ammann. A B. si trovava il patibolo di Bienne; la corte vescovile (Dinghof) dipendeva dal maior di Bienne. La Suze, che nel XIII sec. segnava il confine dell'avogadria di Bienne, divideva B. in due zone (Oberdorf, Unterdorf), dotate di ordinamenti in parte diversi. Nel 1823 B. divenne com. autonomo.

Il mulino di Bellelay, dal 1281 proprietà del convento basilese di Sankt Alban, in seguito alla permuta del 1405 passò al convento di Bellelay. Nel 1604 a questo mulino fu annessa una segheria; i due impianti furono uniti nel 1872 all'antica segheria signorile di Bienne e trasformati in una grande segheria, attiva fino al 1993. Il mulino vescovile (detto Lochmühle) del XIV sec., situato all'ingresso della gola, fu completato nel 1634 con la costruzione di un'officina di trafilatura; ammodernato nel 1818, lo stabilimento iniziò la produzione semiautomatica di catene e chiodi di Parigi, dando origine già nel XIX sec. (ma spec. dopo la fusione del 1914 con la trafileria di Bienne) a una fabbrica importante e ancora oggi in parte funzionante. Nel 1884 la centrale elettrica della trafileria di B. forniva elettricità a una fabbrica di casse d'orologio situata a Bienne; l'impianto costituisce probabilmente il primo esempio europeo di trasmissione di energia elettrica a distanza. I pendii del Giura erano coltivati a vite; dalla fine del XIX sec. i vigneti scomparirono a causa dell'invasione della fillossera. Fino al 1858 B. fu punto di partenza della strada del Giura che sovrasta le gole del Taubenloch; nel 1877 fu istituito un tram a cavalli che collegava B. alla stazione di Bienne. Nel 1899 fu inaugurato un sentiero turistico all'interno delle gole. Le zone industriali di B. e Mett vennero collegate nel 1901 da una ferrovia interna a scartamento ridotto. Oggi B. fa parte del com. di Bienne, ma possiede un patriziato proprio e associazioni di quartiere indipendenti.


Bibliografia
– F. Schwab, 300 Jahre Drahtindustrie, 1934
INSA, 3
Die Burgergemeinde Bözingen, 1989

Autrice/Autore: Margrit Wick-Werder / vfe