Macconnens

Ex com. FR, distr. Glâne, che nel 1973 si unì a Villarimboud e che dal 2005 fa parte del com. di La Folliaz; (1320: Masconens). Si trova a nord est di Romont, sulla sponda sinistra della Glâne. Pop: 61 ab. nel 1811, 92 nel 1850, 97 nel 1900, 90 nel 1950, 71 nel 1970. Costituì una piccola signoria soggetta ai Savoia. Feudo della fam. de Billens dal XIV sec. fino al 1540 ca., fu quindi diviso tra Benoît du Moulin e la fam. Lyon di Pontarlier. Divenne proprietà della fam. Brayer di Romont (1590), poi dei d'Amman (1673), che la vendettero allo Stato di Friburgo nel 1840. Durante l'ancien régime M. fece parte del baliaggio di Romont (1536-1798); in seguito fu attribuito al distr. omonimo (1798-1848) e poi a quello della Glâne (1848). Sul piano ecclesiastico il villaggio si separò dalla parrocchia di Torny-Pittet per unirsi a quella nuova di Villarimboud, fondata nel 1845. A M. esisteva un antico mulino (menz. nel 1335) e una cava di pietra arenaria. Il villaggio ha conservato un carattere prevalentemente rurale (allevamento e produzione lattiera).


Bibliografia
– A. d'Amman, «La seigneurie de Macconnens», in Ann. frib., 10, 1922, 105-111, 187-192, 229-237; 11, 1923, 36 sg.
– L. Page, Villarimboud et Macconnens, 1966 (presso AEF)

Autrice/Autore: Marianne Rolle / ava