No 16

Dufour, Théophile

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 4.10.1844 Ginevra, morte 13.11.1922 Plainpalais (oggi com. Ginevra), rif., di Ginevra. Figlio di Edouard, banchiere, e di Elisabeth Heyer. Fratello di Louis ( -> 10). ∞ (1873) Fanny, figlia di Henri-Léonard Bordier. Compì studi di diritto a Ginevra e Heidelberg (licenza nel 1867) e frequentò l'Ecole des chartes a Parigi (1869-73; diploma di archivista paleografo). Fu avvocato (1867-69), giudice supplente poi giudice della Corte di giustizia (1876-84) e della Corte di cassazione (1885) nonché direttore dell'Archivio di Stato (1877-85) e della Biblioteca pubblica e univ. (1885-1900) di Ginevra. Fu pure deputato al Gran Consiglio ginevrino (1884-85, 1897-98). Forte personalità, storico amante della precisione, si dedicò soprattutto allo studio di Calvino e di Rousseau (corrispondenza). Esperto nel processo tra la città di Ginevra e la fam. Civry riguardante l'eredità del duca Carlo II di Brunswick, scoprì le falsificazioni dei Civry. Nel 1909 l'Univ. di Ginevra gli conferì il dottorato h.c. Cavaliere della Legion d'onore.


Bibliografia
Livre du Recteur, 3, 164

Autrice/Autore: Catherine Santschi / czu