23/06/2009 | segnalazione | PDF | stampare | 

Aeschi bei Spiez

Com. BE, distr. Frutigen; (1228: Asshes; 1269: [villa] Esche). Vasto com. montano e località turistica, situato sulla dorsale prealpina fra la valle della Kander e il lago di Thun; comprende le frazioni di A., Aeschiried, Heustrich-Emdtal, Mülenen e alcuni alpeggi nell'alta valle della Suld. Alla parrocchia appartiene anche Krattigen. Pop: 804 ab. nel 1764, 1251 nel 1850, 1409 nel 1900, 1364 nel 1950, 2025 nel 2000.

Tombe preistoriche testimoniano la presenza di insediamenti umani anche in territorio alpino (Niederdorf, Greberalp, Latreienalp); ritrovamento di singoli reperti risalenti in parte al periodo di La Tène (Heustrich, passo del Renggli). Nel XIII sec. A. era centro di una vasta parrocchia comprendente anche Krattigen e Reichenbach; la chiesa di S. Pietro (nucleo in stile romanico, con pitture murali del XIV sec.) è menz. dal 1228. In quanto parte della signoria di Mülenen (appartenente ai von Kien e, successivamente, ai von Wädenswil e ai vom Turn), nel 1352 A. fu acquisita, con i diritti di giustizia, da Berna. L'amministrazione del territorio spettava al balivo (Kastlan) bernese, residente dapprima a Mülenen e in seguito (dal XV/XVI sec.) a Frutigen; i diritti di patronato passarono alla cattedrale di Berna. Accanto ai contadini liberi, nel XV sec. ad A. vivevano sudditi del balivo e ministeriali esenti da tasse (come gli Scharnachtal). Il primo diritto territoriale codificato, risalente al 1469, fu soppresso solo nel 1835. Nel 1513 A. si fece confermare l'antico diritto d'asilo di cui fruiva la casa parrocchiale e fondò nel 1520 una confraternita di S. Giacomo. Nel 1528 Berna impose la Riforma; separata da A., Reichenbach divenne parrocchia indipendente nel 1529.

L'economia era in larga misura basata sull'allevamento, praticato sia al piano sia sugli alpeggi (Latreienalp e Steinalp, menz. nel 1342), oltre che sul commercio di bestiame; le fiere annuali di A., per animali di grossa taglia e ovini, sono attestate già nel 1641. La stagnazione economica che colpì il villaggio nell'Ottocento venne superata solo gradatamente, grazie allo sviluppo del turismo. Le terme di Heustrich acquistarono importanza dal 1855 e disposero di una stazione sulla futura linea del Lötschberg dal 1901. L'industria alberghiera si sviluppò a partire dal 1864, grazie anche al potenziamento della rete stradale, sia nella regione del lago di Thun, dove nel 1923 fu attivato un servizio di autopostali, sia in direzione di Mülenen, la cui stazione ferroviaria risale al 1906. Dalla fine degli anni '60 ad A. si sono costruite numerose case di vacanza ed è pure aumentata la percentuale degli attivi nel terziario, che nel 1990 offriva il 65% dei posti di lavoro.


Bibliografia
– AA. VV., Das Frutigbuch, 1977
– W. Stalder, Aeschi, 1991

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / lss