No 1

Jaag, Otto

nascita 29.4.1900 Guntmadingen,morte 31.7.1978 Zurigo, rif., di Beringen, cittadino onorario di Beringen (1972). Figlio di Otto, panettiere, dal 1904 guardia notturna e giornaliero, e di Lisette Schwyn, cucitrice. ∞ (1940) Elisabetha Schenk, figlia di Johann Paul Heinrich, tecnico e commerciante. Dopo la scuola elementare e media a Beringen (1907-15, dalla quarta classe fu collocato presso un contadino), frequentò la scuola cant. a Sciaffusa (1915-21) e fu maestro di scuola elementare a Beringen (1921-24). In seguito studiò scienze naturali a Ginevra (1924-29). Presso il Politecnico fed. di Zurigo fu assistente dell'ist. di botanica generale e fisiologia vegetale (1929-32), collaboratore dell'ist. di botanica speciale (1932-52), professore titolare (1941) e straordinario (1945) di botanica speciale, e ordinario di idrologia, depurazione e protezione delle acque (1963-70). Dal 1952 al 1970 diresse l'Ist. fed. per l'approvvigionamento, la depurazione e la protezione delle acque. Basandosi su analisi dei laghi sviz. effettuate negli anni 1940-45, lanciò un'attività di sensibilizzazione sulla protezione delle acque senza precedenti, tra l'altro anche in seno ad ass. nazionali e intern., alla cui fondazione aveva preso parte. Gli furono conferiti i dottorati h.c. del Politecnico di Stoccarda (1958) e dell'Univ. di San Gallo (1971).


Archivi
– Fondo presso ETH-BIB
– Doc. con fotografie e lettere presso ACit Sciaffusa
Bibliografia
– R. Braun, D. Stickelberger, «O. Jaag, ein Leben für den Gewässerschutz», in Schweizer Pioniere der Wirtschaft und Technik, 36, 1982

Autrice/Autore: Thomas Fuchs / ato