No 1

Giedion, Sigfried

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 14.4.1888 Praga, morte 9.4.1968 Zurigo, di Lengnau (AG). Figlio di Jonas, industriale del settore tessile. ∞ Carola Welcker, storica dell'arte, figlia di Carl, banchiere. Studiò ingegneria meccanica al Politecnico di Vienna, diplomandosi nel 1913, poi storia dell'arte alle Univ. di Zurigo (1915, un semestre) e Monaco (1915-22), dove nel 1922 conseguì il dottorato con Heinrich Wölfflin. G. realizzò un'originale sintesi tra la ricerca in storia dell'arte e dell'architettura e la difesa dell'architettura delle avanguardie della prima metà del XX sec., che sostenne - così come il design - attraverso azioni concrete. Fu in particolare uno dei promotori dell'insediamento residenziale di Neubühl presso Zurigo (1928-31) e comproprietario della ditta di mobili Wohnbedarf AG. Professore invitato a Harvard (1938-39, 1954-57), tenne pure corsi al Politecnico fed. di Zurigo (1946-58). Nelle sue ricerche mise in relazione la storia dell'architettura (dalla Preistoria all'epoca contemporanea) con la trasformazione del concetto di spazio, impegnandosi nella costruzione dei fondamenti assiologici della modernità. Fu cofondatore e segr. generale (1928-56) dei Congressi intern. di architettura moderna.


Archivi
– Fondo presso ETH-GTA
Bibliografia
Hommage à Giedion, 1971
– S. Georgiadis, S. Giedion, 1989
Architektenlex., 216 sg.

Autrice/Autore: Pier Giorgio Gerosa / cor