Oberstrass

Ex com. ZH, distr. Zurigo, sobborgo della città di Zurigo dal 1893, incorporato nel quartiere (Kreis) 6, a nord del centro città tra la Limmat e lo Zürichberg; (1377: obren Strass). Pop: 31 fuochi nel 1467, 228 ab. nel 1634, 480 nel 1771, 1183 nel 1850, 4201 nel 1888, 6260 nel 1900, 14'422 nel 1930, 15'010 nel 1950, 12'452 nel 1970, 9913 nel 2000.

Dal ME O. fu attraversato dalla strada superiore che dalla porta del Neumarkt di Zurigo conduceva, verso monte, a Schwamendingen e Winterthur. Il territorio com. era solcato da due fossati avanzati delle fortificazioni cittadine (Letzi) di epoca tardomedievale. Dal XIII sec. i signori territoriali di O. furono l'abbazia del Fraumünster, il Grossmünster, l'ospedale e il convento di S. Martino sullo Zürichberg. Il Grossmünster deteneva inoltre i diritti di bassa giustizia. Nel 1400 l'alta giustizia passò alla città di Zurigo insieme al baliaggio imperiale. Dal 1418 al 1798 il com. fece parte del baliaggio delle Vier Wachten. La riorganizzazione promossa dalla città nel 1418 favorì la formazione del com. I primi giurati sono menz. nel 1462, i beni com. con boschi e pascoli comuni (tra cui Geissberg e Zürichberg) dal XVI sec. La casa com. e ostello per garzoni aveva il diritto di taverna (1613-1836). Sul piano ecclesiastico, dal ME O. fece parte della parrocchia del Grossmünster e dal 1614 del neocostituito com. parrocchiale sorto attorno all'antica chiesa dei domenicani. Divenuto com. parrocchiale autonomo nel 1893, O. fece costruire una nuova chiesa rif. (1910). Alla chiesa catt. di S. Nicolao della Flüe (1933) fanno capo gli ab. di O., Unterstrass e Irchel. Dopo la demolizione delle fortificazioni cittadine (1837) venne costruita la nuova strada verso Winterthur. Per il com. suburbano piuttosto povero e privo di industrie di rilievo, divenne impossibile sostenere autonomamente i crescenti costi infrastrutturali. Nel 1891 il com. approvò pertanto con il 90% dei voti l'incorporazione alla città di Zurigo. La Ferrovia centrale dello Zürichberg inaugurò nel 1895 la linea tramviaria dal centro cittadino al Rigiplatz (via Platte). Nel 1906 la città rilevò il servizio tramviario e prolungò la linea fino all'Irchel (1923). La funicolare e il Kurhaus del Rigiblick entrarono in esercizio nel 1901. Fino al 1932 venne edificato quasi tutto il territorio com. non boschivo, fatta eccezione per l'area della scuola agraria dello Strickhof (fondata nel 1853). L'insediamento a monte della Universitätsstrasse e della Winterthurerstrasse è dominato da case unifam. Già nel 1890 la soc. immobiliare privata Rigiviertel aveva ad esempio acquistato ca. 17 ettari di terreno, su cui fece costruire ville in stile storicista e Liberty. Nella zona sottostante la strada prevalgono case plurifam., tra cui il quartiere residenziale Riedtli con 28 gruppi edilizi, realizzato dalla città negli anni 1912-19. La prossimità agli ist. univ. caratterizzò lo sviluppo del quartiere: il Politecnico fed. con diversi edifici degli anni 1870-90 e l'ospedale univ. con la clinica ginecologica. Dal 1997 l'osservatorio fed. (inaugurato nel 1864) ospita il Collegium Helveticum del Politecnico fed. Sull'area un tempo occupata dallo Strickhof, negli anni 1971-79 vennero costruiti l'Univ. di Zurigo-Irchel e il parco dell'Irchel; dal 1981 vi si trova anche l'Archivio di Stato di Zurigo. O. è rimasto un quartiere prevalentemente residenziale. Nel 2001 offriva solo 600 posti di lavoro, con il 92% della pop. attiva impiegata nel settore terziario.


Bibliografia
– W. Adams, Oberstrass, 1983
Hundert Jahre Gross-Zürich, cat. mostra Zurigo, 1993, 110-119

Autrice/Autore: Martin Illi / mdi