12/03/2014 | segnalazione | PDF | stampare

Affoltern bei Zürich

Ex com. ZH, distr. Dielsdorf, dal 1934 incorporato alla città di Zurigo, di cui è sobborgo; (870: Affaltrahe). È composto dalle località di Ober-Affoltern e Unter-Affoltern. Pop: 208 ab. nel 1634, 466 nel 1792, 786 nel 1850, 1424 nel 1900, 2570 nel 1930, 6741 nel 1950, 17'907 nel 1980, 18'084 nel 1990.

Ritrovamento di vari reperti romani e dell'alto ME. Oltre all'abbazia di San Gallo (IX sec.), i principali signori fondiari di A. attestati dopo il 1200 sono i baroni von Regensberg, il Fraumünster e il Grossmünster di Zurigo, i conventi di Einsiedeln, Sankt Blasien (D), Wettingen e Selnau. Dal XIII sec. compaiono sempre più spesso come feudatari fam. cittadine di Zurigo. A. faceva parte della signoria di Alt-Regensberg (dal 1468 appartenente a Zurigo e, fino al 1798, al baliaggio di Regensdorf). Fino al 1664 dipese dalla grande parrocchia di Höngg, in seguito passò temporaneamente a quella del Grossmünster. Nel 1683 nel com. fu costruita una chiesa e A. divenne parrocchia autonoma. Detentore dei diritti di patronato era il Consiglio di Zurigo. Nel 1928 fu costruita una chiesa catt. e nel 1933 fu istituita una parrocchia catt. Decreti emanati nel 1584 e nel 1626 impedirono l'accesso alla comunità del villaggio a forestieri poveri. Nella seconda metà del XVI sec. vennero emanate disposizioni per frenare l'eccessivo sfruttamento dei boschi. Sino al 1798 l'autorità com. era costituita da un collegio di quattro persone, presieduto dal tesoriere, nominato dal balivo su proposta dell'assemblea com. Nel villaggio era molto diffuso il lavoro tessile a domicilio; nel 1787 A. contava 84 filatori di cotone, pari al 18% della pop.: un valore superiore alla media per questa protoindustria, diffusasi nell'Unterland zurighese in modo assai eterogeneo. L'industrializzazione, favorita dalla contiguità con i centri di Zurigo e Oerlikon, cancellò gradualmente il carattere rurale di A. Già nel 1836 vi erano 80 contadini e altrettanti operai di fabbrica. All'inizio del XX sec. il com. rischiò la bancarotta. Dopo dure controversie, nel 1914 il cant. si decise a prestare aiuto al com., ma ne limitò l'autonomia finanziaria. Le origini della crisi risiedevano nella disomogeneità dello sviluppo sociale ed economico: non vi erano stati insediamenti industriali importanti e inoltre la maggior parte della pop. stabilitasi ad A. era costituita da operai che lavoravano a Oerlikon e a Zurigo. Si creò così un divario tra costi infrastrutturali e introiti fiscali. Un riequilibrio fu raggiunto grazie all'incorporazione nella città di Zurigo. Nel 1877 venne realizzato il collegamento alla linea della Ferrovia nazionale Winterthur-Baden. La linea privata di autobus per Zurigo (in funzione dal 1910) venne rilevata nel 1931 dall'impresa di trasporti pubblici della città di Zurigo. Nel 1943 fu istituita la stazione fed. di ricerca fitotecnica per l'agricoltura. Lo sviluppo edilizio iniziato negli anni '60 è tuttora in corso, ma dal 1980 il numero degli ab. è stazionario. Ober-Affoltern e Unter-Affoltern si sono uniti alla colonia di Neu-Affoltern, fondata attorno al 1900, formando un'area d'insediamento chiusa. Il polmone verde periferico, che si estende verso la riserva naturale del Katzensee, è attraversato dalla circonvallazione nord di Zurigo (A20). A. ha mantenuto il carattere di quartiere residenziale a bassa densità di posti di lavoro: nel 1990 il 92% degli attivi erano pendolari in uscita, verso altri quartieri o com.


Bibliografia
– W. Akeret «Die zweite Zürcher Eingemeindung von 1934», in TA-Magazin, 10, 1977, 15-21
– E. Spillmann, Zürich-Affoltern, 19792
– AA. VV., Hundert Jahre Gross-Zürich, 1994, 44-55

Autrice/Autore: Martin Illi / ebo