Altenburg (AG)

Ex com. AG, integrato nel 1901 nel com. di Brugg; (1254: Altinburch). Villaggio situato su un'ansa del fiume Aar, a ovest della città di Brugg. Pop: 154 ab. nel 1803, 293 nel 1900.

1 - Epoca romana

Sulla riva destra dell'Aar sono stati rinvenuti resti del castrum tardoimperiale di A., eretto nel quadro della fortificazione del limes renano, con lo scopo evidente di proteggere una zona fluviale facilmente attraversabile. Il castrum, la cui pianta era a forma di campana, aveva una superficie interna di 0,283 ettari. Le mura, spesse ca. 3 m, erano rafforzate da sei/otto torri semicircolari e protette da due fossati esterni; sul lato orientale si apriva una porta, fiancheggiata da due torri. In alcuni punti il muro meridionale raggiunge ancora un'altezza di oltre 7,5 m; finora non sono state scoperte tracce di edifici interni. Nonostante i diversi scavi compiuti in occasione del restauro del castelletto (Schlössli), sorto nel tardo ME nell'area del castrum, sono pochissimi i reperti che consentono di ipotizzare datazioni precise per quanto riguarda l'edificazione del complesso; la datazione fin qui proposta, secondo la quale il castrum andrebbe fatto risalire all'epoca valentiniana (370 ca. d.C.), risulta pertanto poco attendibile. Le poche monete ritrovate suggeriscono piuttosto che la fortificazione sia dell'inizio del IV sec.

Autrice/Autore: Martin Hartmann / vfe

2 - Dall'alto Medioevo a oggi

Sembra che verso la fine del X sec. la residenza nobiliare costruita sulle rovine del castrum sia stata occupata da un antenato degli Asburgo, Kanzelin o Lanzelin. Dopo la costruzione, agli inizi dell'XI sec., del castello degli Asburgo, A., che era situata ai margini dell'allodio asburgico, perse importanza quale sede della signoria e venne abitata unicamente da ministeriali. Nel 1397 l'Eigenamt, di cui A. faceva parte, fu ceduto dagli Asburgo al convento di Königsfelden; quest'ultimo acquisì pure i diritti di alta giustizia. Con la secolarizzazione del convento nel 1528, Berna, che dal 1415 deteneva la sovranità territoriale sulla regione, rilevò tutti i diritti fondiari e giurisdizionali su A. Sul piano spirituale il villaggio faceva capo alla parrocchia di Windisch. A. rimase un villaggio a carattere essenzialmente rurale fino a quando venne incorporato nel com. di Brugg, che si era andato espandendo. Nel 1875 furono costruiti la ferrovia del Bözberg e l'imponente ponte in acciaio sull'Aar. Dal 1941 lo Schlössli, con la sua torre tardogotica, è adibito a ostello per la gioventù.

Autrice/Autore: Andreas Steigmeier / vfe

Riferimenti bibliografici

Bibliografia
MAS AG, 2, 1953, 335 sg.
– M. Hartmann, Die Römer im Aargau, 1985
– W. Drack, R. Fellmann, Die Römer in der Schweiz, 1988
– F. Müller, «Eine Zwangsheirat vor 100 Jahren: die Verschmelzung von Altenburg mit Brugg», in Brugger Neujahrsblätter, 111, 2001, 135-158