Schalunen

Ex comune BE, distretto Fraubrunnen, circoscrizione amministrativa Berna-Mittelland, dal 2014 parte del comune di Fraubrunnen; (1249: Chaluna). Villaggio su un pendio nella parte inferiore della valle dell'Urtenen. Pop: 59 ab. nel 1764, 135 nel 1850, 121 nel 1900, 193 nel 1950, 138 nel 1970, 350 nel 2000. Nel 1864 al margine settentrionale del villaggio fu rinvenuto un bracciale in oro massiccio del periodo di La Tène. Nel tardo ME il convento di Fraubrunnen deteneva a S. diversi beni e una parte della giurisdizione, poi amministrati dal baliaggio di Fraubrunnen (dal 1528). La parte maggiore del villaggio, come annesso della bassa giurisdizione di Bätterkinden, apparteneva alla signoria di Landshut, con cui nel 1510 S. passò a Berna (baliaggio di Landshut). Nel 1803 S. fu assegnato al baliaggio (Oberamt) di Fraubrunnen. Sul piano ecclesiastico gli ab. di S. fanno da sempre capo a Limpach. La campicoltura (mulino, 1842) nel XIX sec. fu affiancata dall'economia lattiera (caseificio, 1852). Dal 1916 S. dispone di una stazione della ferrovia Berna-Soletta (oggi RBS) e dagli anni 1960-70 beneficia della buona posizione sulla strada cant. Berna-Soletta. Nel decennio 1970-80 sorsero diversi nuovi quartieri (Unterfeld, Holzrüti). Un accordo in ambito scolastico lega S. a Bätterkinden; per l'insegnamento secondario partecipa inoltre al consorzio scolastico di Fraubrunnen. Nel 2005 il settore primario forniva quasi il 27% dei posti di lavoro nel villaggio, il secondario un buon 51%. Molti ab. erano pendolari verso l'agglomerato di Berna.


Bibliografia
150 Jahre Amtsersparniskasse Fraubrunnen, 1838-1988, 1988
– J. Mathez, Bauinventar der Gemeinde Schalunen, 2003

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / ggm