• <b>Rudolf Lindt</b><br>Manifesto pubblicitario per il cioccolato Lindt realizzato attorno al 1930 dallo studio Althaus (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste).

No 5

Lindt, Rudolf

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 16.7.1855 Berna, morte 20.2.1909 Berna, rif., di Berna. Figlio di Johann Rudolf ( -> 3). Celibe. Dopo un apprendistato (1873-75) presso la fabbrica di cioccolato Amédée Kohler & fils a Losanna, nel 1879 progettň, con il suo ex maestro, Charles-Amédée Kohler, la fondazione di una fabbrica nel quartiere della Matte a Berna. Poiché Kohler si ritirň dal progetto, fondň da solo la Rod. Lindt fils. L. apportň significative migliorie nella produzione di cioccolato: per impastarlo impiegň una macchina longitudinale con recipiente a forma di conchiglia (concaggio), da lui costruita, e aggiunse burro di cacao puro alla massa di cioccolato. Ciň consentě di versare la massa nelle forme, anziché pressarla, rendendola meno friabile e conferendo al cioccolato una delicata consistenza fondente. Nel 1899 l'azienda di L. fu rilevata dalla Chocolat Sprüngli AG di Zurigo (Lindt & Sprüngli).

<b>Rudolf Lindt</b><br>Manifesto pubblicitario per il cioccolato Lindt realizzato attorno al 1930 dallo studio Althaus (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste).<BR/>
Manifesto pubblicitario per il cioccolato Lindt realizzato attorno al 1930 dallo studio Althaus (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste).
(...)


Bibliografia
NDB, 14, 616 sg.
– A. Capus, Patriarchen, 2006, 17-31

Autrice/Autore: Katja Hürlimann / ato