24/06/2008 | segnalazione | PDF | stampare
No 1

Guyer [-Zeller], Adolf

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da un’immagine. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

nascita 1.5.1839 Neuthal (com. Bäretswil),morte 3.4.1899 Zurigo, rif., di Bauma, dal 1868 di Bäretswil e dal 1886 di Zurigo. Figlio di Johann Rudolf ( -> 3). ∞ (1869) Anna Wilhelmina, figlia di Johann Jakob Zeller. Dopo le scuole secondarie a Bauma, frequentò la sezione industriale della scuola cant. di Zurigo e studiò economia politica e geologia all'Acc. di Ginevra (1857-58). Tra il 1857 e il 1863 visitò numerosi Paesi specializzati nella produzione e nella lavorazione del cotone sia in Europa sia oltreoceano. Entrato nel cotonificio paterno a Neuthal nel 1863 (socio dal 1866), lo rilevò quale unico proprietario nel 1874 e lo ampliò a più riprese. Dopo aver trasferito il domicilio e la sede dell'azienda a Zurigo (1869), fondò una ditta di commercio di tessili. Diresse anche lo stabilimento tessile di Oberkempten (dal 1871) e fu pres. del consiglio di amministrazione della cartiera della Sihl (1880-90). Azionista della Ferrovia del Nord-Est, negli anni 1880-90 vi esercitò un notevole influsso; tuttavia, le proposte che presentò alla commissione di revisione tra il 1879 e il 1890 si scontrarono con l'opposizione delle vecchie fam. dirigenti zurighesi e furono sempre respinte. Nel 1894 fece così cadere sia la direzione sia il consiglio di amministrazione, assumendone la presidenza. Il suo atteggiamento intransigente nelle questioni salariali provocò uno sciopero del personale (1897); il Consiglio fed. intervenne quale mediatore. Promosse la linea ferroviaria Uerikon-Bauma (1901) e la ferrovia della Jungfrau (inizio dei lavori nel 1896, inaugurazione nel 1912); nel 1894 fondò la Banca Guyer-Zeller. Deputato liberale al Gran Consiglio zurighese (1869-72, 1875-89), fu console generale di Grecia a Zurigo (1888-99). Personalità dalle grandi visioni e poliedrica, abile gestore e uomo autoritario, si distinse anche per il suo spirito caritatevole. Nel 1889 fece tracciare nei pressi del suo villaggio natale una rete di sentieri pedestri, tuttora esistente, destinata alle fam operaie.


Archivi
– Fondo presso StAZ
– Corrispondenza e inventario del fondo presso BCit Winterthur
– Diari di viaggio e altri documenti presso Chronikarchiv del com. di Bauma
– APriv W. Wahl-Guyer, Wila
Bibliografia
– D. Müller-Füglistaler, A. Guyer-Zeller (1839-1899), 1992
– W. Wahl-Guyer (a cura di), Reisen als Schlüssel zur Welt: Die Reisetagebücher von A. Guyer-Zeller (1839-1899)
– W. Wahl-Guyer, A. Guyer-Zeller in Selbstzeugnissen, 2004

Autrice/Autore: Ueli Müller / lca