Tagwacht

Nome (in it. "diana") di numerosi periodici socialisti. La Tagwacht di Zurigo fu pubblicata dal 1869 (dall'aprile del 1870 a scadenza settimanale) quale organo dei socialisti e dei sindacati con Herman Greulich come redattore. Nel 1873 la Tagwacht fu rilevata dalla Federazione operaia sviz. e uscý due volte la settimana; raggiunse il suo apogeo verso la metÓ degli anni 1870-80 con una tiratura di ca. 2000 copie. La crisi economica e lo scioglimento della Federazione operaia determinarono la chiusura del periodico nel 1880. La Berner Tagwacht venne fondata nel 1892 come organo del PS cant. e uscý come quotidiano dal 1906. Robert Grimm, redattore dal 1909 al 1918, la rese uno dei giornali militanti pi¨ importanti dei lavoratori, che durante la prima guerra mondiale ottenne attenzione anche all'estero. La tiratura pass˛ da 2300 esemplari nel 1894 a 20'000 ca. negli anni 1930-40. Negli anni 1970-80 la Berner Tagwacht concluse accordi di cooperazione con periodici socialisti di altri cant., come la Basler Arbeiter-Zeitung (fino al 1984) e il Freier Aargauer (fino al 1987). Confrontata a difficoltÓ finanziarie, alla fine degli anni 1980-90 fece appello alla solidarietÓ dei membri del PS e dei sindacati per assicurare la sua sopravvivenza, ci˛ che non riuscý tuttavia a impedirne la chiusura (1997). La Seelńnder Tagwacht venne pubblicata nel 1918, l'Oltner Tagwacht nel 1896-97 e la Schaffhauser Tagwacht nel 1924-1925 e nel 1929-1933. La Neue Berner Tagwacht, la sola di orientamento comunista, fu pubblicata illegalmente nel 1943.


Archivi
– Archivio della Berner Tagwacht presso Sozarch
Bibliografia
– Blaser, Bibl., 154, 740, 881, 926, 1001
– Gruner, Arbeiter, 760-764
– R. Kohli, 100 Jahre Berner Tagwacht, mem. lic. Berna, 1992

Autrice/Autore: Ernst Bollinger / cne