No 1

Caminada, Christian

nascita 6.1.1876 Surin (oggi com. Lumnezia), morte 18.1.1962 Coira, catt., di Vrin. Figlio di Giachen Gieri, agricoltore e cacciatore, e di Magdalena Gartmann. Dopo il ginnasio a Disentis e Einsiedeln, studiò teol. ad Alassio (Liguria) e a Coira. Ordinato sacerdote nel 1900, fu dapprima parroco a Dardin (1901), poi a Obersaxen (1905) e a Trun (1912).

Profondamente influenzato da Caspar Decurtins, professore e uomo politico di orientamento cristiano-sociale, il giovane parroco di Trun sviluppò un grande interesse per le questioni sociali, impegnandosi pure a favore delle scuole catt. Decurtins risvegliò in C. spec. l'amore per le tradizioni popolari e religiose retiche; nel periodo in cui fu parroco a Trun, C. portò a termine l'opera di Decurtins Rätoromanische Chrestomathie. Decano del capitolo nel 1919, divenne poi preposito della cattedrale (1920) e infine vicario generale a Coira (1934); nel 1941 venne consacrato vescovo. Le profonde conoscenze di storia dell'arte, acquisite da autodidatta, gli furono preziose in occasione del restauro della cattedrale (1921-27). Grazie alle sue vaste competenze in questo settore entrò a far parte del comitato della Soc. sviz. di storia dell'arte e della commissione del Museo nazionale sviz. Nel 1961 pubblicò Le valli incantate, opera in cui confluiscono le sue ricerche sul culto dell'acqua, del fuoco, della pietra, degli alberi, dei campi e degli animali presenti nella storia retica primitiva. Nel 1942 la facoltà di teol. dell'Univ. di Friburgo gli conferì il dottorato h.c. Il suo episcopato non fu caratterizzato da momenti particolarmente significativi. Il suo governo fu sobrio e severo; esperto pastore di anime, era in genere propenso ad adottare soluzioni pratiche. Originale, arguto e autoironico nei suoi discorsi, nelle relazioni con il clero diocesano non riuscì a volte a dar prova della necessaria sensibilità. Condusse una vita parca, tipica della gente di montagna; la figura piccola e scarna e il viso scavato gli conferirono, con il passare degli anni, un'espressione sempre più austera, quasi ascetica.


Archivi
– Fondo presso AVesc Coira
Bibliografia
HS, I/1, 504 sg.

Autrice/Autore: Albert Gasser / ebe